Come attrarre ciò che desideri

Si parla spesso di legge di attrazione. Ci sono però purtroppo numerosi luoghi comuni e fraintendimenti in merito ad essa. Come funziona davvero la legge di attrazione e che cos’è in verità? Come puoi attrarre ciò che desideri nella tua vita? In questo articolo troverai le risposte a queste domande. Premetto che nei prossimi paragrafi troverai delle affermazioni sconvolgenti. Ma se sei finito su questo blog, significa che non hai paura della verità e hai la mente abbastanza aperta da non rifiutare a priori ciò che stai per leggere. Infatti la legge di attrazione potrebbe essere qualcosa di completamente diverso rispetto a ciò che sei abituato a pensare. E potrebbe funzionare in maniera del tutto inaspettata. Leggi per saperne di più su come attrarre ciò che desideri.

Che cos’è la legge di attrazione e perché non funziona come ti aspetti

La legge di attrazione è la legge secondo la quale noi attiriamo ciò che pensiamo. In base a ciò è sorta la credenza in base alla quale sviluppare un’intenzione sarebbe sufficiente a creare la realtà che vogliamo. Ma non è esattamente così: quest’idea è una semplificazione della legge di attrazione. Infatti non è pensabile che basti focalizzarsi sul desiderio di diventare ricchi per decuplicare il proprio conto in banca. Allo stesso modo, non è immaginabile che sia sufficiente ripetersi cento volte la stessa affermazione per aumentare la propria autostima. Qual è il problema? In realtà i problemi sono più di uno: scopriamoli insieme.

1) Credi che la legge di attrazione sia una forza magica ed esterna

Innanzitutto ciò che dimentica chi applica la legge di attrazione è che è lui a creare la realtà. In poche parole, è vittima di un cortocircuito logico: crede di essere il creatore del proprio mondo (attraverso le affermazioni o la visualizzazione), ma allo stesso tempo si aspetta che ciò che desidera avvenga come per magia, cioè per frutto di una volontà esterna. Questa idea è schizofrenica, poiché presuppone che la stessa realtà che vuoi creare si crei da sola o dall’esterno. In breve, è come se la tua volontà fosse zoppa e tu non fossi il protagonista della tua creazione. Questo atteggiamento è frutto di un contrasto tra due credenze: la nuova convinzione che tu possa attrarre ciò che vuoi con la mente e la vecchia idea in base alla quale tu sei vittima di un caso caotico e sei in balia delle forze della fortuna.

In altre parole, la maggior parte di noi vede la legge di attrazione come un’energia a sé stante, indipendente dall’utilizzatore. Praticamente, è come se tu stessi subendo i tuoi stessi sortilegi, o ti stessi intrappolando in un tuo incantesimo. Finché vedrai la legge di attrazione come una forza esterna, non potrai mai sfruttarne il suo massimo potenziale. Per usarla al meglio, è necessario che tu faccia un cambio di paradigma e ti assuma la responsabilità della tua vita. Devi renderti conto che sei tu il mago, e la legge di attrazione è nelle tue mani. Realizzare questo è fondamentale per capire l’assunto principale della legge di attrazione:

L’assunto principale della legge di attrazione

Sei tu a creare la realtà, in ogni momento, non solo quando applichi la legge di attrazione consapevolmente, ma anche – e soprattutto – quando non ricorri ad essa volontariamente.

Quindi, la legge di attrazione non è esterna, ma è il modo in cui funziona la tua psicologia, che tu lo voglia o meno. Perciò, finché crederai di subire gli eventi, di essere una vittima o di soffrire per causa di altri, questa credenza inevitabilmente sembrerà avverarsi ai tuoi occhi, perché sei tu ad usare involontariamente la legge di attrazione e a creare la tua realtà.

2) Sottovaluti il potere del tuo subconscio

Chi utilizza la legge di attrazione dimentica che tra i pensieri utilizzati per applicarla e la realtà c’è uno spazio cosmico. In altre parole, i pensieri non creano direttamente la realtà, o almeno non lo fanno nella maniera in cui siamo soliti credere. Per capire meglio questo concetto, è necessario distinguere tra due categorie di pensieri: quelli consci e quelli inconsci. Qui entriamo nel cuore della questione. Quando applichi la legge di attrazione, stai utilizzando la tua mente conscia, ovvero la parte di te sulla quale hai potere di intervenire consapevolmente. Il fatto è che la tua parte conscia ha influenza soltanto sul 5% della tua realtà. Al contrario, il 95% di essa è frutto del tuo subconscio, sul quale normalmente non hai alcun potere. Che cosa capita quando applichi la legge di attrazione? Accade che scateni un conflitto tra conscio e subconscio.

Quando ti ripeti che vuoi diventare ricco, potresti non renderti conto che il tuo subconscio dice esattamente il contrario. Infatti potresti avere una mentalità di carenza e credere che in fondo rimarrai sempre povero. Il pensiero importante e determinante per la legge di attrazione è la convinzione che sta alla base, mentre i tuoi desideri consci sono quasi puramente decorativi. Se nel profondo ti accontenti della tua situazione economica attuale, perché dovresti diventare ricco? E a questo punto passiamo ad una verità fondamentale:

Tu non attiri ciò che desideri, ma ciò che sei in profondità: la legge di attrazione è il riflesso del tuo subconscio.

In verità, la legge di attrazione funziona anche se non la usi consapevolmente. Non a caso, se sei una persona gelosa, è probabile che subirai dei tradimenti. Se sei un individuo pauroso, le tue paure si avvereranno.

3) Per applicare la legge di attrazione devi fare lo sforzo di intervenire sul tuo subconscio

A questo punto potresti dirmi: Leo, ma allora ti stai contraddicendo! Prima dici che la legge di attrazione non è una forza esterna e ora mi stai dicendo che non dipende da me! Chiariamo bene le cose: la verità sta nel mezzo. Tu non hai potere immediato sul tuo subconscio, ma il tuo subconscio non è una forza esterna a te. Il fatto che tu non possa controllarlo dipende da un fattore determinante: la tua scarsa conoscenza di te stesso. Infatti il subconscio è ciò di cui non sei consapevole. Ma esso si manifesta in vari modi nella tua esistenza, poiché crea il 95% della tua realtà! Basta guardarti intorno per vedere chi sei e quali sono i tuoi desideri e le tue convinzioni più profonde!

Inoltre, hai mai osservato le tue reazioni, le tue emozioni e i tuoi schemi mentali ricorrenti? In particolare, hai osservato i pensieri che formuli di solito? Ecco, se per esempio in una giornata elabori 1000 pensieri riguardo la tua scarsa autostima e la tua insicurezza, quante affermazioni positive hai bisogno di fare per controbilanciare tali pensieri? La tua sfiducia in te stesso è la realtà (o l’illusione) che ti crei ripetendo lo stesso programma mentale. Se vuoi creare una nuova realtà, non è sufficiente che inserisca un nuovo programma, ma è necessario che intervenga su quello vecchio! Altrimenti vivrai una costante guerra interiore tra credenze contrapposte e inconciliabili!

Continua la lettura per sapere come attrarre ciò che desideri!

Ma allora come puoi attrarre ciò che desideri?

Per prima cosa, devi diventare consapevole che la legge di attrazione funziona sempre. In altre parole, già ora tu crei la realtà che desideri. Il problema è che i desideri e i pensieri che costruiscono il tuo mondo sono in larga parte inconsci, tanto che nemmeno sospetti di poter desiderare la tua realtà di adesso. Dopotutto, se sei infelice, perché dovresti desiderare l’infelicità? Se sei povero, perché dovresti desiderare la miseria? Questo me lo devi dire tu! Con ciò non voglio dire che tu abbia causato apposta i tuoi mali. Il punto è proprio qui: è la tua inconsapevolezza a costruire la tua realtà, e la tua parte conscia non ha praticamente voce in capitolo. A questo punto potrebbe dunque sembrarti che la legge di attrazione sia davvero una forza esterna sulla quale non puoi esercitare il benché minimo controllo.

E invece no! Se continuerai a utilizzarla nel solito modo, rischierai di ottenere ancora pessimi risultati. Ma se la userai come ti sto per dire, inizierà a funzionare. Come usare allora la legge di attrazione per attrarre ciò che desideri?

Conosci te stesso: ecco come attrarre ciò che desideri

La chiave di tutto è la conoscenza di te stesso. Devi conoscere quali sono i tuoi veri desideri, i tuoi pensieri più profondi e ricorrenti, le tue emozioni dominanti. In particolare, devi distinguere tra i desideri più superficiali e quelli inconsci. Anche se può sembrarti strano, il tuo subconscio contiene spesso verità sconcertanti. Ad esempio, potresti renderti conto che in fondo desideri soffrire e rimanere nel tuo dolore. Ma quando mai??? Sono sicuro che questa frase ti ha scosso un po’. Ma ti invito ad analizzarla bene. Tutti noi siamo convinti di voler essere felici e di evitare la sofferenza. Ma se fosse davvero così, allora perché la maggior parte di noi è infelice? Evidentemente, siamo attaccati alla nostra sofferenza, poiché su di essa costruiamo la nostra identità.

In particolare, al tuo ego non importa nulla delle tue condizioni esterne: qualunque identità gli dia un certo senso di stabilità e gli garantisca la sopravvivenza è per esso una manna dal cielo. E se tu ti identifichi con l’ego, avrai inconsapevolmente gli stessi suoi desideri autodistruttivi. Per l’ego, ad esempio, la sicurezza è molto più importante della felicità. In questo modo, la maggior parte di noi tende a fare scelte che ci danno stabilità ma ci immiseriscono. Osservandoti, noterai come ciò sia incredibilmente vero. Ti renderai conto di aver messo la tua felicità in secondo, terzo o addirittura in quarto piano per paura. Paura di perdere certezze solide e incrollabili. Paura di togliere respiro al tuo ego. Quindi non lamentarti se la legge di attrazione non funziona: essa lavora perfettamente, ma al contrario di come ti aspetti!

Come invertire la legge di attrazione e usarla a tuo vantaggio per attrarre ciò che desideri

Sì, hai capito bene:

Tutti usiamo già la legge di attrazione, ma il più delle volte per calpestarci da soli ed essere i carnefici di noi stessi

Mi rendo conto che questa definizione possa apparire leggermente brutale. Ma questa è la dura verità di fronte alla quale ci scontriamo tutti i giorni. Non ti dico di credermi: basta che osservi la tua realtà per accorgertene. Finché sarà il tuo ego a dominare la tua vita, e finché tu crederai di essere il tuo ego, la legge di attrazione funzionerà contro di te. Ma ciò in fondo è un bene, poiché quel mostriciattolo di ego dovrà, prima o poi, scomparire! Quindi è giusto che esso si tiri da solo la zappa sui piedi. Tu, però, puoi invertire la legge di attrazione e iniziare ad usarla a tuo vantaggio. Per farlo, però, hai bisogno di qualcosa di rivoluzionario:

Devi cambiare te stesso in modo da cambiare i tuoi pensieri, le tue emozioni e i tuoi atteggiamenti. In questo modo potrai creare finalmente la realtà che vorrai.

Esattamente: devi lavorare su di te e trasformarti, attraverso l’osservazione e la presenza. In questo modo, il tuo subconscio inizierà a modificarsi e la realtà che desideri si creerà spontaneamente, senza che tu debba ripeterti inutili mantra o visualizzare scenari idilliaci sperando che qualcosa cambi all’esterno.

Quindi le affermazioni positive e le visualizzazioni non servono?

Non fraintendermi: non sto dicendo che tali esercizi siano completamente inutili. Al contrario, possono avere un ruolo determinante. Tuttavia, la cosa più importante è il lavoro su di sé. Senza lavorare su di te, le vecchie forze del subconscio continueranno ad esercitare una terribile influenza e tu non sarai in grado di creare la tua nuova realtà a partire da zero. Dopotutto, se vuoi costruire una nuova casa sullo stesso terreno di una antica, che cosa fai? Aggiungi cemento a quella vecchia oppure hai prima bisogno di buttarla giù? Allo stesso modo, devi renderti conto che tu hai un programma che proviene dal tuo passato. Questo programma crea la tua realtà di tutti i giorni. Se vuoi improvvisamente cambiare la tua realtà, devi prima conoscere quella attuale! Altrimenti otterrai sempre risultati casuali e i tuoi desideri più profondi non si avvereranno.

Per alcuni può sembrare una cosa evidente. Ma in realtà non è affatto scontato che tu debba intervenire prima sul tuo vecchio programma per poter costruire poi la tua nuova realtà. In particolare, certe convinzioni inconsce sono dure a morire e il tuo subconscio lotterà duramente per conservarle, soprattutto se vai ad intaccare alcuni bisogni profondi del tuo ego. Inoltre, ti do un altro consiglio:

Formula le tue intenzioni in modo chiaro. La legge di attrazione funziona se sai esattamente che cosa vuoi. Proprio per questo è necessario conoscerti a fondo. Altrimenti rischi di formulare desideri che in realtà non sono i tuoi, o perlomeno non nascono dalle profondità della tua anima.

La ricetta della legge di attrazione: come attrarre ciò che desideri in tre punti

Ecco come attrarre ciò che desideri in breve:

  • 1) Conosci te stesso per conoscere i tuoi desideri. Ciò è indispensabile per sapere esattamente ciò che vuoi e quale realtà desideri creare. Inoltre ti permette di renderti conto che tu già applichi inconsapevolmente la legge di attrazione e già ora crei la realtà, che è il riflesso del tuo subconscio.
  • 2) Trasformati. La legge di attrazione, dunque, riflette ciò che sei nel profondo e non le tue intenzioni più superficiali. Quindi se vuoi davvero realizzare i tuoi desideri, devi lavorare su di te per diventare una nuova persona. Trasformandoti, cambieranno i tuoi pensieri, emozioni e atteggiamenti. E in questo modo la tua realtà si manifesterà quasi spontaneamente.
  • 3) Agisci. Ricordati che i tuoi obiettivi non cadono dal cielo. Il tuo intervento è fondamentale per ottenere ciò che desideri e non puoi pensare che sia sufficiente visualizzare il futuro o ripeterti cento volte la stessa frase per cambiare la tua realtà. La legge di attrazione non è la legge dei pigri.

Segui la nostra pagina Facebook per rimanere costantemente aggiornato!

https://www.facebook.com/leopazzola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *