come essere felice incondizionatamente

Come essere felice incondizionatamente

“Sarò felice quando avrò ottenuto il lavoro dei miei sogni. Sarò felice se comprerò una macchina nuova. Starò bene soltanto quando avrò risolto questo problema”. Siamo dei geni a rovinarci la vita ponendo dei limiti alla nostra felicità. Siamo schiavi di un atteggiamento folle e insensato: subordinare il nostro benessere a condizioni immaginarie. Consegniamo il nostro stato d’animo nelle mani di qualcun altro o di qualcos’altro. E la nostra vita diventa un inferno. Essere felici a certe condizioni presuppone che siamo i padroni del mondo e che abbiamo il controllo di tutto. In questo articolo voglio invitarti a rinunciare alle condizioni che hai posto alla tua felicità. E soprattutto voglio rivelarti come essere felice incondizionatamente.

Il virus della felicità condizionata

L’atteggiamento della felicità condizionata è una vera e propria pandemia globale. Riusciamo a sabotare la nostra intera esistenza con questa mentalità, finché non viene qualcuno a suggerirci che forse abbiamo sbagliato tutto. Ma perché poniamo dei limiti alla nostra felicità? L’origine di tale atteggiamento può essere rintracciata nella nostra infanzia. Prima di essere rovinato dall’educazione (!), il bambino è gioioso a prescindere dalle condizioni esterne. La sua felicità è però ben presto minacciata dal paradigma dell’amore condizionato. Al fanciullo è insegnato che riceverà amore solo a patto che si comporterà in un certo modo, eseguirà i compiti secondo la volontà degli insegnanti, ubbidirà ai genitori. Pian piano, il bambino perde il contatto con la sua gioiosità pura e perenne.

D’altra parte, lo stesso bambino inizia a sviluppare un proprio ego. L’ego si nutre, per definizione, di dualità e contrapposizioni. Dunque deve conoscere il mondo nei suoi opposti: piacere e dolore, felicità e infelicità, amore e odio. L’ego si crea dunque le proprie catene, ponendo limiti alla felicità e condizioni al proprio benessere. Quando cresciamo, veniamo completamente assorbiti dalla nostra mente e viviamo secondo i suoi programmi: quando essa è felice, noi siamo felici; quando è depressa, noi siamo depressi. Il livello di consapevolezza mentale fa parte del cammino di evoluzione della Coscienza, quindi è inevitabile che l’uomo crei attrito e sofferenza. Tuttavia, anziché trovare una strada per uscire dalla nostra prigione, ci affezioniamo ai nostri ceppi. E questo vale anche per la felicità: la sacrifichiamo pur di mantenere in vita il nostro ego.

Non abbiamo il coraggio di essere felici incondizionatamente

Ebbene sì: essere felice incondizionatamente richiede un’enorme dose di coraggio e disciplina. Implica la rinuncia ai nostri vecchi schemi e soprattutto all’identificazione con l’ego. L’ego, per quanto ci causi sofferenza, è confortevole e piacevole. Così, per quanto sembri assurdo, preferiamo la felicità condizionata a quella incondizionata. Perché in questo modo ci sentiamo sicuri. Quando sei infelice, depresso o arrabbiato, provi un piacere malsano nel rimanere in quelle emozioni. Non devi credermi: è sufficiente che ti osservi con un certo impegno per notarlo. Mi sono reso conto di questa terribile verità su me stesso. Più mi lamentavo, più davo energia al mio ego, e più mi sentivo avvolto in una sensazione di dolore misto a piacere. Farsi dominare dai propri impulsi significa cedere ai propri capricci.

I capricci dell’ego ti tentano con la loro energia distruttiva. Quest’energia contiene sofferenza, ma allo stesso tempo la sicurezza di non cambiare. Tale certezza è adorata dall’ego, perché gli permette di perpetuarsi. Nel caso della felicità, essere sempre felici vuol dire accettare tutto, diventare responsabili del proprio stato d’animo, e questo implica la dissoluzione dell’ego. Finché l’ego domina la nostra vita, non potremo mai conoscere una pace stabile e duratura. E per uscire da questa trappola seducente devi avere il coraggio di uscire fuori dalla bolla della tua identità illusoria e fare un passo rivoluzionario.

Il passo per essere felice incondizionatamente: come farlo

Come essere felici incondizionatamente, dunque? Per raggiungere questo obiettivo, devi avere il coraggio di fare questa affermazione:

Sarò felice sempre, qualunque siano le circostanze esterne. Non permetterò a nulla e a nessuno di togliermi la pace. Qualunque cosa succeda, sarò gioioso.

Sicuro/a di volerla fare? Pronunciando questa affermazione, significa che sarai felice anche se:

  • perdi il lavoro;
  • la tua casa è in fiamme;
  • la tua vita o quella dei tuoi cari è seriamente minacciata;
  • sei accusato ingiustamente di un delitto

Ti rendi conto di quanto è radicale la felicità incondizionata? Proprio la sua radicalità ci impedisce di raggiungerla. Ma vedi, finché non avrai il coraggio di essere felice anche nelle circostanze più estreme, non potrai esserlo nemmeno in occasione dei più piccoli problemi. Finché rimani attaccato a qualsiasi cosa, la tua felicità sarà limitata dall’esterno. Se la tua vita è minacciata, potresti addirittura considerare stupido e folle essere felice. Ma ciò dipende dal tuo attaccamento alla vita. Se la tua casa venisse distrutta, penseresti a tutto fuorché ad essere felice. Tuttavia, ciò rivela un altro tuo attaccamento. Sono gli attaccamenti a decidere se e fino a che punto saremo felici incondizionatamente. Gli attaccamenti creano attorno a noi le condizioni che limitano la nostra pace.

Come essere felice incondizionatamente nonostante sembri una follia

A questo punto potresti pensare che sia assolutamente insensato mirare a questo tipo di felicità. Ma così facendo, ti precludi l’accesso alla gioia senza limiti e rimani schiavo del tuo ego. Ricorda che è solo e soltanto il tuo ego a volere condizioni per la tua felicità! Ma ti rendi conto di quante cose hai bisogno di controllare per essere felice alle condizioni dell’ego? Proprio questo senso di controllo causa enorme ansia, stress e incapacità di stare nel qui e ora. Il tuo ego è dominato dalla paura e se ti identifichi con questa paura non sarai felice. Infatti la tua identità sarà sempre minacciata, nelle piccole cose come nelle grandi! La vera e unica follia è mettere paletti alla tua gioia, e soltanto toglierli è un atto saggio e razionale.

Non ti dico che devi arrivare improvvisamente ad essere disposto a perdere qualsiasi cosa! Ma almeno puoi decidere di smettere da subito di proiettare la tua felicità nel futuro. Non devi per forza smettere di sognare, ma come minimo devi smettere di far dipendere la tua felicità dalla realizzazione dei tuoi sogni. Non può esistere felicità al di fuori del momento presente. Ciò che tu chiami felicità è soltanto una trappola dell’ego, che ti convince che la sua sopravvivenza sarà la tua salvezza, quando in realtà è la tua dannazione. Le condizioni alla felicità sono la causa principale della tua infelicità.

La felicità non ha niente a che vedere con l’esterno

La felicità non dipende dall’esterno. E’ da folli pensare altrimenti! Ti dirò di più: se un avvenimento ha il potere di renderti felice (o infelice), stai dando ad esso il potere di decidere della tua vita. Inoltre, molto probabilmente stai confondendo il sollievo dell’ego per la possibilità di perpetuarsi o di espandersi con la tua felicità. Ma la gioia dell’ego non è la tua gioia! Se ci pensi, quali sono gli eventi esterni che ti fanno sentire più felice, che ti danno quella botta di allegria superficiale e temporanea? Magari un complimento, o un buon voto, o la conquista di un amore… Guarda a caso, queste sono le cose preferite dall’ego poiché lo alimentano e lo rafforzano. Non ti sto dicendo che non devi essere felice per queste cose! Ma non puoi permettere che siano solo esse a farti sentire bene!

Quindi, se vuoi essere felici incondizionatamente, non devi vivere i picchi di felicità e infelicità ordinari. Se la tua felicità dipende da un complimento, necessariamente una critica ti farà stare male. Se la tua gioia deriva da un buon voto, quale potere ha su di te una bocciatura? Al posto di perseguire questa follia, hai la possibilità di iniziare a coltivare una pace indistruttibile, che ti accompagni sempre. Per farlo, però, devi rinunciare a tutti i tuoi attaccamenti. Potresti pensare che ciò sia autodistruttivo. In realtà, è l’unico modo per essere davvero felici. Inoltre, devi apprezzare il momento presente come il momento migliore. Devi realizzare che la tua infelicità in questo istante dipende solamente da te, non dal mondo: assumiti la responsabilità del tuo stato interiore. Dopodiché, accetta di non avere occhi per vedere, perché se ce li avessi vedresti la perfezione di questo momento.

Come essere felice incondizionatamente in breve

In breve, ecco come essere felice incondizionatamente in 5 passi:

  1. Trova il coraggio di essere felice qualunque siano le circostanze esterne.
  2. Metti in discussione i limiti che la tua mente pone alla felicità. Ti garantisco che ogni singolo limite è immaginario e serve soltanto al tuo ego per non morire. La felicità non ha e non può avere condizioni. Qualunque condizione tu ponga (proveniente dai tuoi attaccamenti) diventa un ostacolo che devi rimuovere.
  3. Assumiti la responsabilità del tuo stato d’animo. Quando sei felice, renditi conto che dipende da te. Quando sei triste, accorgiti che sei ugualmente tu a causare il tuo malessere. Riappropriati del potere che hai perso e consegnato nelle mani degli altri e del mondo!
  4. Coltiva la pace dentro di te, attraverso la meditazione e l’osservazione, la volontà e l’apertura del cuore, la presenza e l’amore.
  5. Accetta totalmente il momento presente, come se lo avessi scelto tu. Se ti sembra spiacevole, realizza che il tuo malessere dipende dal fatto che non hai occhi per vedere.

Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato!

1 commento su “Come essere felice incondizionatamente”

  1. Ci sono degli aspetti veri in questo articolo ma, come ho già detto, qualche attaccamento nella nostra vita è necessario, perciò ritengo alquanto improbabile che le persone riescano ad assere felici sempre, incondizionatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: