Come realizzare la tua vera natura

Come realizzare la tua vera natura

Come realizzare la tua vera natura? Tu sei puro spirito. Chiamalo come vuoi: anima, vero Sé, coscienza, consapevolezza, Dio, Amore, illuminazione, risveglio. Qualunque nome usi, tu sei quello. Infatti esiste solo quello. Lo spirito è l’unica sostanza che è. Non esiste materia. Chi vede la materia è perché guarda con gli occhi della mente separata. Ciò che sembra materia, ciò che appare come forma, è semplicemente una modulazione dello spirito. Lo spirito assume infinite forme, “si incarna” nella “materia”. Ma le forme sono illusorie. Le onde che compaiono sulla superficie dell’oceano sono fatte di acqua e solamente di acqua. L’acqua è l’unica sostanza dell’oceano. Così, tutto ciò che appare nella tua coscienza è fatto di coscienza, è spirito puro. Infatti non c’è nulla al di fuori dello spirito. Il corpo e la mente separata sono forme che lo spirito assume. Eppure anch’essi sono fatti solamente di spirito.

Non puoi vedere che il tuo corpo è anch’esso spirito finché non guardi con gli occhi dello spirito. Materia e spirito sono esattamente la stessa cosa. L’unica differenza è che la materia è lo spirito visto dal punto di vista della forma filtrata dalla mente, mentre lo spirito è materia senza forma. Se togli la forma al tuo corpo, rimane solamente spirito, pura consapevolezza. Se togli forma ai pensieri, la sostanza che rimane è pura coscienza. E se aggiungi qualsiasi forma allo spirito, esso sembra diventare materia. Realizza che tu sei puro spirito e otterrai pura gioia e la fine di ogni sofferenza. Ogni sofferenza nasce infatti dal fatto che scambi la tua identità con la materia, lasci che il tuo spirito si mescoli alle forme del corpo e della mente.

Come realizzare la tua vera natura

L’illuminazione consiste in questo: realizzare in modo profondo e indubitabile che tu sei puro spirito. Tale realizzazione pone fine a ogni sofferenza. È così perché tutta la sofferenza nasce dall’ignoranza riguardo alla propria natura. Soffriamo perché ci attacchiamo a ciò che è temporaneo. L’attaccamento più forte è l’identificazione (con il corpo e la mente separata). L’identificazione comporta un’enorme contrazione dello spirito, che da infinito deve in qualche modo entrare dentro un corpo. Ogni volta che ti identifichi con un pensiero, un’emozione o una sensazione, nasce la sofferenza. Tali identificazioni specifiche sono la conseguenza dell’identificazione originaria con l’ego.

Quindi piuttosto che lasciar andare le singole identificazioni, devi scoprire chi sei veramente e cioè che tu sei puro spirito. E la cosa bella è che non è così difficile realizzare ciò. Infatti tu sei sempre puro spirito consapevole di sé, per cui puoi scoprire chi sei in ogni momento. L’unico ostacolo a fare ciò è l’interposizione della mente. Quindi se vuoi realizzare chi sei devi far tacere la mente per almeno un attimo. E non ci vuole molto neppure per questo. Basta che ti chieda: “Sono consapevole?”. In questo modo vai all’esperienza diretta di essere consapevole, cioè l’esperienza di essere puro spirito. A quel punto, indaga più a fondo la natura del tuo spirito.

Indaga la tua natura

Chiediti se la tua consapevolezza può comparire e scomparire. Guarda nella tua esperienza se c’è stato un momento in cui non c’era la consapevolezza. Ovviamente non lo puoi trovare. Nemmeno quando sei nel sonno profondo la tua consapevolezza non c’è, altrimenti non potresti essere consapevole di aver dormito profondamente. Piuttosto, è la mente che nel sonno profondo è assente, per cui non puoi avere alcun ricordo di ciò che è successo (o che non è successo!). Se tu non compari e scompari, vuol dire che sei fuori dal tempo, e quindi eterno. Non devi fidarti: indaga tu per scoprirlo! Dopodiché, nell’esperienza della tua consapevolezza c’è qualche problema, bisogno o mancanza? No, quindi tu sei perfetta pace e felicità, completezza e soddisfazione. Anche in questo caso, non devi crederci: vedi tu che è così!

Nella tua esperienza c’è qualcosa oltre alla consapevolezza? No, quindi ci sei solo tu, c’è solo puro spirito. Ciò significa che tu sei tutto, e questa è l’esperienza dell’Amore. Tu non hai confini, sei infinito e illimitato. Sei al di là dello spazio. Qualunque confine o limite tu individui, esso è dentro di te, è cioè all’interno della tua consapevolezza, quindi tu non puoi avere limiti! E a questo punto come puoi pensare di essere un corpo o una mente separati? Vedi che il corpo appare semplicemente nel campo della tua coscienza, come appare l’orologio o la sedia su cui sei seduto? Non farti ingannare dalla mente, che vede il corpo come “più vicino”. Nella tua coscienza non c’è qui o lì, non c’è vicino o lontano, poiché essa è fuori dallo spazio.

Vedi che il mondo è letteralmente dentro di te? C’è qualcosa che sorge al di là della tua consapevolezza? No, è impossibile! E allora smetti di vedere questo benedetto “mondo esterno”!

Continua l’indagine per realizzare la tua vera natura

Chiediti se la tua consapevolezza può essere colpita, ferita, subire o fare del male. Come potrebbe? Ciò significa che sei innocente e invulnerabile. Esattamente: non hai mai commesso alcuna colpa. E questo va bene… Ma devi anche ammettere di non aver mai ricevuto del male. Non farti assorbire da riflessioni morali o etiche. Guarda nella tua realtà se è così! È possibile ferire dei corpi o delle menti, ma non il puro spirito di cui sei fatto e di cui tutto e tutti sono fatti! Ciò significa che in assoluto il male non esiste, poiché non c’è la possibilità di compierlo o subirlo. Inoltre, puoi vedere facilmente che la tua consapevolezza è senza forma e immateriale, quindi non può essere toccata e non può nemmeno fare niente. Può soltanto essere. E così puoi vedere che in realtà non è mai stato fatto niente e non è mai successo niente.

Gli avvenimenti infatti si dispiegano solamente nel tempo. E il tempo è un’illusione che sorge all’interno della consapevolezza. A questo proposito, puoi vedere come la tua consapevolezza sia l’unica cosa reale, mentre il resto è solamente un’illusione. Ciò che pensi, percepisci e senti è fatto solo di consapevolezza. Ogni forma è illusoria, dallo spazio al tempo, dalle idee ai concetti, dalle emozioni alle sensazioni, dalla sofferenza al piacere. Ma non ti servirà a nulla credere che ogni cosa sia illusoria: devi vederlo tu! E puoi così realizzare che la vita è maya, sogno, illusione. Così, puoi capire che tu sei il sognatore e non il personaggio di un sogno. E il personaggio del sogno è l'”attore” di cui vesti i panni.

Il risveglio dal sogno

Ma tale attore è solo una funzione, che esiste finché sei dentro il sogno. In questo modo ti “risvegli”, iniziando a identificarti con il sognatore invece che con il personaggio del sogno. Questo è il risveglio dal sogno. Diventi il vero sé, quella pura coscienza, puro spirito. E riconosci che ciò che stai vivendo è solamente un’allucinazione. La tua coscienza comprende tutto. E se stai bene attento, scopri che gli altri non esistono, poiché esiste solo una coscienza. Tutto è Uno, non c’è nulla al di fuori dell’Uno. Ci sono altre menti e altri corpi, insomma ci sono altre forme, ma l’essenza è solamente una, e sei tu! Quale sollievo sapere che ogni volta che ti relazioni con qualcuno stai interagendo con te stesso. Che cosa puoi temere da te stesso infatti? In tal modo realizzi la vera solitudine.

Ciò non ti porta a sentirti solo, ma semmai sempre in compagnia, poiché ogni cosa accade dentro di te e tutti sono espressioni della tua stessa natura. Non è meraviglioso? Riconoscere te stesso nell’altro è amore. In realtà tutti vogliamo fonderci con l’altro: solitamente cerchiamo un partner per farlo. Ma in realtà possiamo “diventare l’altro” solo se sappiamo chi siamo noi e realizziamo che siamo già l’altro, poiché non c’è differenza tra noi e gli altri: tutti siamo davvero Uno! Sapere questo ti scioglie da ogni paura. Come puoi avere paura se tutto succede dentro di te e tutti sono dentro di te, personaggi dello stesso sogno? Se realizzi che stai sognando, quali problemi hai ancora?

Puoi prendere la vita molto meno sul serio, poiché non devi disperarti per un corpo pieno di bisogni. Al contrario, puoi amare il tuo corpo e la forma con cui appari come ogni altra forma!

Realizzare la tua vera natura rimanendo come pura consapevolezza

Per realizzare la tua vera natura puoi indagare direttamente l’esperienza della tua consapevolezza ponendoti le domande che ti ho proposto e seguendo l’esempio sopra. Tuttavia, per realizzare pienamente la tua vera natura e le sue caratteristiche (pace, amore, assenza di confini, eternità…) devi “dimorare” nel tuo puro spirito in modo da connetterti e identificarti con esso. Per fare questo, devi fare in modo che l’esperienza della tua consapevolezza sia sempre viva in te. Quindi durante la tua giornata e nelle tue attività, cerca di rimanere come “Io sono”, come pura consapevolezza, anziché perderti totalmente in ciò che fai. Conserva dentro di te una certa presenza consapevole, ricordati che ci sei e rimani in tale stato il più possibile.

All’inizio, se ciò può essere difficile, comincia a dimorare nella tua vera natura in silenzio, per alcuni minuti o per il tempo che ritieni necessario. Prima sii consapevole quando non sei disturbato, dopodiché, quando ti senti pronto, inizia a vivere la tua giornata rimanendo come pura consapevolezza, allargando via via la tua presenza. Lascia che tutto nasca e si dissolva nel campo della tua coscienza. Quindi, anziché perderti tu nell’esperienza, lascia che sia il contenuto dell’esperienza a “perdersi” in te, che ti limiti ad accoglierlo senza fare nulla, ma solo rimanendo come “io sono”. Non c’è bisogno che ti ripeta “io sono” o che ti focalizzi su un simile pensiero. Basta che tu sia! Non devi fare assolutamente niente per essere consapevole: devi solo mantenere una certa vigilanza in modo da non essere assorbito dai pensieri e dalle esperienze.

Lascia che l’ego e la negatività si sciolgano nell’oceano della tua consapevolezza

Mentre rimani come consapevolezza, è inevitabile che sorgeranno pensieri, impulsi, sensazioni ed emozioni. Tu non devi fare altro che lasciare che ogni cosa si dissolva. Fai finta di stare guardando un film: qualunque cosa succeda tu sei al sicuro, poiché stai solo guardando uno schermo e stai solamente proiettando delle scene. Ricorda che tu sei lo spettatore o, se preferisci, il regista dietro le scene. Non ti può accadere nulla di male. Non hai quindi bisogno di difese, di attaccare, di avere paura, di arrabbiarti, di preoccuparti, di credere a nulla, di aggrapparti a nessuna certezza, di odiare nessuno, di giudicare, di disprezzare, di sollevare barriere o essere orgoglioso.

E non hai bisogno di nulla, per quanto la mente possa insistere con i suoi desideri. Nessuna emozione, sensazione, pensiero o situazione può toglierti la tua pace. Anche nella più cupa depressione, puoi rimanere sereno, perché sai che tu non sei la mente e il corpo depressi. E ovviamente in tal modo tutta la negatività gradualmente ti lascerà. Non prestare attenzione alla negatività nel tuo corpo e nella tua mente: lascia che tutta questa si dissolva da sola. Limitati a riconoscere che anche la negatività peggiore accade dentro di te e non a te e a quel punto smetti di nutrirla con la tua energia e attenzione: il corpo e la mente si prendono cura da soli, grazie alla Vita che scorre in loro.

Non c’è bisogno di nessun ego che sia ossessionato dal corpo e dalla mente. Dio se ne occuperà, quindi non temere. Dopotutto, l’ossessività è distruttiva. Se invece rimani nella pace e nell’amore, corpo e mente saranno ristorati e guariti completamente.

Grazie per la lettura! Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato.

1 commento su “Come realizzare la tua vera natura”

  1. Diana Giulimondi

    Hai descritto ancora una volta i miei pensieri veri e puri, ossia la mia consapevolezza, nonostante tutti gli avvenimenti negativi, ultimamente resto sempre serena ed in pace, è bellissimo, mi sento forte e piena di energia, anche se resto ferma in meditazione ed apparentemente sembra non la stia usando, a volte mi scordo persino di mangiare, sto imparando sempre più a gestire corpo e mente e questo mi da un senso di pace, magnificenza ed equilibrio, vorrei che tutti potessero provarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: