come smettere di essere schiavi

Come smettere di essere schiavi

La schiavitù è sempre stata un problema nel corso della storia. In passato consisteva in una forma di dominio fisico di un uomo su un altro. Oggi, invece, esiste una nuova forma predominante di schiavitù molto più sottile, che è mentale, autoimposta ma allo stesso tempo confortevole. È mentale perché tutte le catene sono dei prodotti della nostra mente. È autoimposta perché siamo noi a creare la prigione, pur inconsapevolmente. È confortevole perché paradossalmente la prigione ci dona sicurezza e ci dà un’identità stabile. Siamo schiavi affezionati alla nostra cella, anche se nessuno lo confesserebbe mai. Ma come si può smettere di essere schiavi e ottenere la libertà interiore?

Le nostre catene più forti

Il modo più comune di perpetuare la nostra schiavitù è la lamentela. Essa ci porta a dare potere al nostro bersaglio. Quindi ci rende schiavi di ciò che ci dà fastidio. Quindi se vuoi rinunciare alla tua libertà, non devi fare altro che continuare a lamentarti e sarai accontentato. Fanno sorridere le varie correnti di ribellione che accusano i “poteri forti”, il dominio massonico, le multinazionali, poiché non si accorgono che la loro denuncia diventa quasi sempre il principale motivo della loro prigionia. Non voglio negare a priori che il mondo sia governato da delle élite planetarie, ma voglio piuttosto dire che il potere di queste élite aumenta in misura direttamente proporzionale all’energia che fluisce dalle lamentele della gente! La lamentela attribuisce un potere sconfinato ai presunti carnefici!

L’errore umano più profondo

La maggior parte di noi sbaglia, poiché punta il dito all’esterno anziché guardarsi dentro. Il problema è che ciascuno di noi è schiavo di se stesso, e accusa padroni inesistenti. Infatti l’unica libertà degna di essere perseguita è quella interiore, e l’oppressione che sentiamo è qualcosa che deve essere risolto unicamente da noi. Finché proietteremo all’esterno quel senso di soffocamento, manterremo in vita i “poteri forti” e quelli che chiamiamo i nostri aguzzini. Quando ti assumerai la responsabilità della tua libertà, potrai tornare, gradualmente, ad essere il padrone di te stesso. E a quel punto non ti sentirai più minacciato dalla massoneria o dalle banche, ma riconquisterai il potere su di te e non consentirai più a nessuno di farti sentire debole.

Quindi come smettere di essere schiavi?

In breve, per smettere di essere schiavo:

  • Innanzitutto, devi riconoscere la tua condizione attuale di schiavitù. Non si tratta di un problema personale, ma di una constatazione che deriva dalla nostra natura umana. Quando nasciamo, infatti, siamo schiavi dei nostri impulsi, delle nostre emozioni, della nostra mente e rimaniamo tali finché non decidiamo di addomesticare la nostra macchina biologica.
    Devi vedere la schiavitù dentro di te e non all’esterno, altrimenti lotterai contro nemici invisibili e sprecherai energia che invece puoi utilizzare per lavorare su di te.
  • Devi ricercare la libertà interiore imparando a dominare e gestire te stesso: solo in questo modo puoi acquistare potere su di te.

Certamente smettere di essere schiavi non è facile. Infatti il percorso verso la libertà è costellato di ostacoli. Già soltanto il primo passo è davvero complicato: ammettere che ciascuno di noi è schiavo unicamente di se stesso è difficile da capire ma soprattutto da mettere in atto. Ma ricorda una cosa: se sei schiavo di te stesso sei anche il tuo unico padrone! Quindi realizzare che la schiavitù e la libertà sono delle condizioni interiori è già di per sé liberatorio, anche se il tuo ego si sente minacciato da queste idee. Imparare a gestire i propri apparati è altrettanto difficile, ma non devi farti spaventare da ciò. La libertà interiore è la conquista più alta di un essere umano e vale la pena lottare per tutta la vita pur di raggiungerla.

Come smettere di essere schiavi nonostante gli ostacoli

Quali sono gli ostacoli al raggiungimento della libertà interiore?

  • Innanzitutto alzi la mano chi ha il coraggio, la disciplina o anche solo il buonsenso per assumersi la totale responsabilità della propria vita. Ciò significa diventare improvvisamente adulti, ma se siamo stati bambini tutta la vita dovremo fare i conti con numerose resistenze.
  • Considera poi la tendenza della tua mente ad impigrirsi e a sottrarti energia e motivazione quando devi lavorare su di te.
  • Un altro ostacolo consiste nel potere della mente di tenerti attaccato ai vecchi schemi e condizionamenti, boicottando i tuoi tentativi di liberazione.
  • Non dimenticare che la mente ha numerosi sistemi per controllarti, attraverso i pensieri e le emozioni e le sue reazioni istintive e meccaniche.

Per affrontare questi ostacoli devi allenare la tua forza di volontà ed essere convinto al 100% che vuoi smettere di essere schiavo. Devi trasformare il tuo percorso in una sfida e imparare a divertirti anche in mezzo alle difficoltà. Devi riprometterti che manterrai sempre almeno uno spiraglio di lucidità e che rimarrai sempre fedele al tuo proposito di crescita. E devi avere pazienza e perseverare!

Iscriviti alla newsletter e seguimi sulla pagina Facebook per rimanere aggiornato!

1 commento su “Come smettere di essere schiavi”

  1. Come hai già detto, è una delle battaglie che non si smette mai di combattere e, purtroppo, alcuni si rifiutano del tutto di combatterla, ed altri la interrompono per stanchezza.

    Posso farti un paio di domande personali? Quanti anni hai? E come sei giunto alla creazione di questo genere di blog? Sei chiaramente libero di ignorare le mie curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: