Il potere della solitudine

Nel silenzio è racchiuso un potere curativo straordinario. Raccoglierti in te stesso, trovare di tanto in tanto rifugio nel tuo cuore, prenderti del tempo in cui stare da solo con te stesso sono tutte azioni salutari. Anzi, possono davvero salvarti la vita. Possono fare la differenza tra una vita d’inferno e una vita vissuta in pace ed equilibrio. L’equilibrio infatti è qualcosa di davvero delicato. E il potere della solitudine può essere proprio la chiave che ti permette di raggiungerlo. Abbandonati al potere della solitudine per lasciar andare il fardello delle angosce e per trovare il tuo equilibrio interiore.

Stare da soli non significa isolarsi, ma aprirsi a se stessi e quindi al mondo. Stare da soli non significa chiudere gli occhi alla vita, ma aprirli. Trovare dei momenti di solitudine non significa rifiutare di vivere appieno la vita, ma semmai trovare il modo di viverla più pienamente. Rimanere da soli non significa essere soli, perché quando accedi al potere del silenzio, trovi la compagnia del tuo cuore. E la compagnia del tuo cuore è l’unica che non ti abbandonerà mai. Ed è quella che ti consente di aprirti profondamente anche alle relazioni con gli altri.

Il potere della solitudine

Troppo spesso usiamo le relazioni come mezzo per fuggire da noi stessi e riempire il nostro senso di vuoto. Ovviamente, è anche vero che spesso usiamo l’isolamento per fuggire dagli altri. Ma in questo caso stiamo comunque fuggendo da noi stessi. Esistono infatti due tipi di solitudine: la prima è quella più dolorosa. Essa non dipende dalla compagnia di altri esseri umani. Una persona può essere isolata anche in mezzo a una folla. Il numero di persone che frequenti o la frequenza con cui le vedi non indica quanto sei aperto a te stesso e agli altri. Il secondo tipo di solitudine è quello vero: consiste nell’entrare dentro se stessi, in profondità, nel connettersi con il proprio cuore.

Il tuo cuore fa parte di un unico Essere, quindi entrare dentro te stesso significa aprirti anche agli altri e alla Vita. Sfruttare il potere della solitudine quindi non significa necessariamente trarti fisicamente in disparte. Significa, piuttosto, trovare uno spazio interiore a cui accedere quando vuoi, lontano dal rumore della mente e del mondo. Prendersi un minuto di solitudine può certo essere un atto di allontanamento fisico. In questo modo crei materialmente una distanza tra te e i tuoi problemi, tra te e il chiasso e il fragore della vita. Ma puoi anche scegliere di chiudere gli occhi, di concentrarti brevemente sul respiro, oppure anche semplicemente di ricordarti di te e che c’è una dimensione molto più profonda al di là di tutto.

Un minuto di solitudine

Quando la tua mente è sommersa da angosce e preoccupazioni, prenditi un minuto di solitudine. Quando i tuoi problemi sembrano senza via di uscita, prenditi un minuto di solitudine. E quando ti senti confuso e in preda al caos, prenditi un minuto di solitudine.

Perché quando ti prendi un minuto di solitudine, ti rifugi nella compagnia del tuo cuore, che ti rischiara la mente, ti mostra che cosa è davvero importante e che non vale la pena rimanere così dolorosamente attaccato al tuo dolore.

Quando perdi il tuo centro e la negatività comincia ad assorbirti, prenditi un minuto di solitudine. Quando il senso di vuoto e la depressione ti attanagliano, prenditi un minuto di solitudine. E quando attorno a te sembrano venire solamente minacce, problemi e fastidi, prenditi un minuto di solitudine.

Perché quando ti prendi un minuto di solitudine, accedi alla magia del silenzio e al potere curativo del tuo Essere. E tutto risplende sotto una luce nuova.

Quando il fracasso del mondo ti mette addosso ansia e frenesia, prenditi un minuto di solitudine. Quando non riesci più a reggere il folle ritmo della società, prenditi un minuto di solitudine. Anche un’ora, un giorno o un intero periodo di tempo. Quando ti senti soffocare e il tuo spazio vitale è invaso da troppe responsabilità e impegni, prenditi tutto il tempo che ti serve per stare da solo.

Perché quando ti prendi anche solo un minuto di solitudine, lasci andare ciò che ti soffoca e ti opprime. Recuperi il tuo spazio e la tua energia. E ogni cosa trova un nuovo equilibrio.

Stai semplicemente in silenzio e affidati alla saggezza del tuo cuore, che ha una soluzione per tutto, anche alle situazioni più disperate.

Ogni minuto di solitudine è un minuto d’oro.

La chiave per una vita equilibrata

La chiave per una vita equilibrata è la centratura interiore. Tanto più sei centrato dentro di te, quanto più sei libero. In altre parole, tra te e il mondo c’è un sottile spazio di distacco, all’interno del quale tu riposi quieto, non toccato dagli eventi e dalle sfide della vita. Questo distacco, che alcuni chiamano presenza, è un elemento imprescindibile per rimanere sereni nelle situazioni più difficili, ma anche in quelle che normalmente causano un livello minimo di frustrazione e di disagio.

Trova dunque il centro dentro di te (qui trovi dei consigli in merito). Non lasciare che il mondo ti sballotti da una parte all’altra, che i pensieri e le emozioni ti turbino e ti posseggano, che i tuoi demoni abbiano la meglio su di te. Diventa padrone di te stesso, non cercando di controllare tutto, ma al contrario affidandoti al flusso della vita. Ricorda che non c’è nulla di davvero importante, che c’è sempre spazio per respirare, per staccare la spina, per rifugiarti in te stesso, anche solo per un istante. Non prendere la vita troppo sul serio, ma vivi con leggerezza.

Scava nelle profondità del tuo Essere

Scava nelle profondità del tuo Essere, non fermarti in superficie. Dentro di te c’è un oceano di quiete, di gioia, di libertà e di saggezza. Non avere paura di sprofondare. Sei al sicuro. Devi solo avere il coraggio e il desiderio genuino di entrare dentro di te, di connetterti con il nucleo del tuo essere. Anche se sembra che non succeda niente. Apparentemente non accade nulla, ma quando ti ritagli dei momenti di solitudine per ritrovare il tuo centro, accadono miracoli.

Infatti il tuo inconscio o, se preferisci, la tua anima, si prendono cura dei tuoi problemi, dei tuoi dubbi, delle tue angosce, del tuo dolore. Basta che tu lasci il controllo e lo affidi al tuo cuore. Paradossalmente, è in questo modo che diventi padrone di te stesso e della tua vita. E ciò accade perché l’intelligenza a cui ti affidi fa parte di te, anzi sei tu, è il tuo Sé più profondo. Nella solitudine puoi trovare il tuo vero Sé. Puoi smettere di inseguire fantasmi, di rifuggire paure immaginarie, demoni inesistenti, di tormentarti con dubbi dilanianti e domande insensate. Puoi smettere di lottare per obiettivi inutili, di agitare vani conflitti interiori, di scatenare battaglie dolorose e inutile sofferenza.

Diventa il tuo migliore amico!

Nella solitudine, infine, c’è una cosa straordinaria che puoi fare: diventare il tuo migliore amico. Solitamente costruiamo immagini fasulle di noi stessi. In molti casi è evidente quanta vergogna e colpa, e quindi quanto odio di noi stessi, è sepolto dentro di noi. In altri casi ciò è meno palese, perché sembriamo avere una buona autostima e una buona vita. Ma in fondo dentro ognuno di noi c’è una certa sensazione di disagio esistenziale, connessa con le profondità del nostro essere. Questo è l’unico vero problema di cui dovremmo occuparci.

Dentro di noi c’è come un vuoto, una mancanza di amore, che non deriva da come ci hanno trattato, ma è come un marchio esistenziale. E siamo qui per colmare quel vuoto, non con pallidi surrogati, ma col vero Amore e la vera Gioia che sono sempre dentro di noi e aspettano solo di essere riscoperte. Ama tutte le tue imperfezioni, sii grato per tutti i tuoi difetti, accetta il tuo essere nella tua interezza e diventa il migliore amico di te stesso. Puoi aiutarti scrivendo un diario nel quale ti rivolgi a te stesso come se fossi davvero il tuo migliore amico e volessi aprire il tuo cuore a lui e confidargli ogni cosa senza nascondere nulla, genuinamente e amorevolmente.

Grazie per la lettura! Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato sui contenuti del Sentiero della Realizzazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *