Perché investire su te stesso

Se esiste una cosa che può migliorarti la vita del 100000%, questa è certamente investire su te stesso. Il lavoro su di sé è in assoluto l’investimento migliore. Non c’è nulla di più utile, produttivo e soddisfacente di migliorarsi. Eppure la maggior parte delle persone non lo fa. C’è chi dice che non ha tempo. C’è chi pensa di essere già realizzato. E c’è chi non è interessato alla “fuffa” della crescita personale. Infine c’è chi è così affezionato al proprio sé di oggi che non ha motivo di cambiarlo. Se ti identifichi con una o più di queste ragioni, sono qui per smontare le tue giustificazioni. Voglio assolutamente motivarti a investire su te stesso. In un’altro articolo ti ho già parlato dei benefici della crescita personale. Ora voglio dirti perché devi assolutamente investire su te stesso e perché nessuna scusa è valida per non farlo.

Perché nessuna scusa può trattenerti dall’investire su te stesso

Te lo ripeto chiaramente: nessuna scusa può trattenerti dall’investire su te stesso. Sì, ma io non ho tempo… Io davvero sto bene così. Perché devo complicarmi la vita con queste stupidaggini? Se hai pensato ad una cosa del genere, avrai notato tu stesso che è un’altra scusa. Siccome sento che il modo in cui sto scrivendo appare pesante e duro, ti spiegherò perché le scuse non tengono. Voglio che tu sappia esattamente quali sono i fattori che ti trattengono dal lavorare su di te. E voglio anche motivarti a intraprendere un percorso di crescita. Ti garantisco che è solo questo il modo per vivere la vita dei tuoi sogni.

A meno che la tua vita ti dia già perfetta felicità, lavorare su te stesso è d’obbligo. Ok, voglio essere più dolce. Lavorare su di te, più che un dovere, è un’opportunità. Un’enorme opportunità. Detto in questi termini, forse ti do un motivo in più per investire su te stesso. Infatti migliorarsi non deve essere un peso. Deve essere la migliore esperienza della tua vita. La crescita è un cammino a volte difficoltoso, ma in fondo sempre divertente e soprattutto sorprendente. La vita è bella perché riserva sorprese, non perché è prevedibile. E la cosa più meravigliosa è che non sai esattamente dove ti porterà il tuo impegno. Puoi intravedere progresso, miglioramento, pace interiore e serenità. Ma non puoi conoscere con precisione la meta. Il percorso, anche in mezzo agli inevitabili ostacoli, è affascinante. Per questo metti da parte le scuse e investi su te stesso.

Non ho tempo: come faccio a lavorare su di me?

Questa scusa non tiene per due ragioni. La prima è che non è vero che non hai tempo. A meno che non lavori 24 ore su 24, almeno venti minuti per te ce li hai. E se non ce li hai, puoi sempre fare spazio. Se non hai spazio, puoi ricavartelo. La seconda ragione per cui non puoi non avere tempo è che la crescita personale può essere svolta in qualsiasi momento. Ok, alcune attività potrebbero richiedere che ritagli del tempo per te. Ma ti garantisco che puoi crescere anche senza cambiare un’acca all’esterno. Puoi continuare a vivere la tua vita di adesso, ma ciò che puoi fare è cambiare dall’interno. Infatti una delle cose più sopravvalutate della crescita personale è il modo in cui si realizza il percorso.

Per crescere infatti non hai bisogno di stare ore e ore ogni giorno a meditare. O a riflettere in continuazione per rielaborare i tuoi traumi. Per crescere hai bisogno di un atteggiamento. Ciò che ti fa maturare è innanzitutto la volontà di migliorarti. E questa è già sufficiente per farti fare dei passi da gigante. Poi è chiaro che la volontà da sola non ti consentirà di realizzare qualunque cosa. Ma è assolutamente indispensabile coltivare questo atteggiamento di “progresso”. Se infatti non hai intenzione di migliorarti, dove pensi di poter andare? A questo punto, se svilupperai il giusto approccio, ti garantisco che il tempo lo troverai. Troverai uno spazio per meditare, uno spazio per riflettere e uno per nutrire il tuo spirito.

Inoltre, imparerai che il miglioramento è in ogni momento e in ogni luogo. Se sarai spinto dalla forza giusta, potrai crescere continuamente: nelle relazioni, nel rapporto con te stesso, nella vita quotidiana. La crescita, ricorda, è fatta di piccoli passi, che ti portano col tempo a risultati inimmaginabili.

Ma guarda te, io sono già realizzato! Perché dovrei investire su me stesso?

Se sei realizzato, vuol dire che hai fatto un percorso di crescita. In questo caso, però, bada bene ad una cosa. La crescita non è un percorso che arriva ad una destinazione. Si tratta di un sentiero infinito, che dura tutta la vita. E meno male che è così! Altrimenti immagina come sarebbe se dopo alcuni anni potessi dire: “Ah, ho finito di lavorare su di me. Non c’è più nulla da fare ora“. Credo che sarebbe abbastanza deprimente… Quindi, qualunque sia il tuo grado di realizzazione, ricorda che puoi sempre fare un passo avanti. Anche se hai ottenuto la pace e non desideri nulla di più, puoi comunque sempre trovare un ambito di miglioramento. In ogni caso, è ovvio che la crescita non deve diventare un’ossessione.

Se sei convinto di essere realizzato senza aver fatto un percorso di crescita… beh, in questo caso ci sono poche possibilità. O sei davvero fortunato e hai ottenuto tutto ciò che desideravi (e questa è un’eventualità rarissima), oppure credi di essere realizzato. In quest’ultimo caso, considera il ruolo dell’autoinganno. Illudersi oggigiorno è più che mai facile. Siamo così distratti da proiettare la nostra felicità sulle cose. E pensiamo che la realizzazione sia il successo materiale o la fama o il semplice possesso di molte cose. La verità è che l’unico successo vero e proprio è il raggiungimento della pace e della serenità. Se sei felice, sei realizzato, altrimenti qual è la sostanza della tua realizzazione?! In ogni caso, dire con certezza che sei realizzato può derivare da una risposta superficiale. Nel fondo del tuo cuore, sei davvero in pace?

Io non sono interessato a questo genere di argomenti… è tutta fuffa!

In questo caso, devo comunicarti una cattiva notizia. Sei in torto marcio se pensi una cosa del genere. Basta un minimo di buonsenso per capire che crescere è il presupposto per una vita felice. Se non vuoi crescere, vuol dire che ti va bene la tua vita di adesso. Ciò implica che stai scegliendo il comfort. Questa scelta è più comoda e sicura, poiché non devi fare letteralmente niente. Ma ti garantisco che startene seduto a leggere non è sufficiente. Non puoi pretendere che i “germogli” della crescita ti piovano addosso. Sei tu che devi scegliere responsabilmente di cambiare. Scordati che il mondo della crescita personale è tutta fuffa. Puoi credere come vuoi, ma in questo caso ti stai tappando gli occhi per non vedere.

Sei troppo duro, Leo! Ok, cercherò di aggiustare il tiro. So benissimo quali sono i fattori che ti mantengono incollato alla tua situazione di adesso. Prima di decidermi finalmente a lavorare su di me, anch’io ero come attaccato ad una forza gravitazionale che mi costringeva nel mio comfort. Perché in fondo il comfort non era così male: avevo numerosi problemi, ma sentivo che risolverli sarebbe stato più faticoso di rimanere nella situazione del tempo. Ma si tratta di un inganno della mente. La tua mente è fatta per la routine, per la monotonia e per non cambiare. Per questo devi essere tu a fare il passo e dire: “Devo cambiare, e lo farò a tutti i costi“. Vedi, non c’è nessuno che ti può prendere per la collottola e costringerti. Anche perché ciò sarebbe solo controproducente. Sei tu che devi deciderti a cambiare prima che sia la vita a costringerti.

Perché investire su te stesso ti salverà la vita

Inoltre, guardando indietro al passato, benedico il momento in cui mi sono deciso a crescere! E non ho assolutamente nulla da rimpiangere. Non dico che non sia stato faticoso e qualche volta doloroso, ma il percorso è stato e continua ad essere meraviglioso. Sono del tutto convinto che la scelta di lavorare su di me sia stata la migliore opportunità che mi sono creato. Ora, voglio dirti che ho solo 19 anni e che tutta la vita è davanti a me. Ma capii che c’era qualcosa che non mi soddisfaceva. Rimasi per molto tempo in un limbo: sapevo che avrei potuto migliorarmi, ma non mi decidevo a farlo. Ero troppo impaurito delle conseguenze. Avevo paura di cambiare. Pensavo che in fondo c’era qualcosa di sbagliato in me e che sarebbe stato troppo difficile migliorarmi. Eppure, in fondo, avevo sempre una speranza che mi illuminava.

Così decisi di seguire quella luce. E la mia vita, pian piano, è migliorata. Il lavoro su di te può davvero salvarti la vita. Può portarti dalla miseria dell’anima alla pace interiore. Ti può risolvere problemi che pensavi fossero irrisolvibili. Sta a te, però, avere fede nel percorso. Finché dubiterai delle tue risorse interiori, ti sarà difficile migliorarti. Ma una cosa è certa: tutto ciò che cerchi è dentro di te. Puoi raggiungere il successo completamente solo, circondato da milioni di persone, se fai l’idraulico o l’ingegnere. Non c’è nessun privilegiato nel mondo della crescita personale. L’unica cosa che conta è la fiducia nella possibilità di maturare. Non ci sono trucchetti o giochi tattici. Puoi soltanto decidere ora di iniziare il percorso. E se l’hai già iniziato, puoi sempre suggellare il tuo impegno promettendoti che continuerai. Io sono qui per motivarti, ma non posso fare il lavoro per te.

Perché devi assolutamente investire su te stesso

Quali sono le ragioni per cui devi assolutamente investire su te stesso? Perché non puoi non intraprendere un percorso di crescita personale? Ecco i motivi:

  • la crescita personale è la tua salvezza;
  • investire su te stesso vuol dire investire sull’unica risorsa che ti accompagna per tutta la vita;
  • migliorarti vuol dire raggiungere il successo personale;
  • il successo personale consiste nella felicità e nella pace, che è l’unica cosa che desideri veramente;
  • maturare ti renderà amabile e apprezzato;
  • i tuoi problemi si dissolveranno alla luce dell’amore e della gioia;
  • comprenderai qual è la tua missione personale e potrai dedicarti agli altri in modo genuino e spontaneo, desiderando il loro miglioramento prima di tutto;
  • troverai te stesso e smetterai di soffrire inutilmente per conservare un’identità illusoria;
  • tantissime altre cose che puoi trovare qui.

I risultati della crescita personale sono davvero dolcissimi. Ricorda però di non farti ammaliare troppo da essi, poiché in tal modo rischieresti di perdere il focus sul percorso. Inoltre pensare troppo a come sarai in futuro potrebbe farti sentire miserabile e intaccare la tua autostima. Quindi il mio consiglio è vivere pienamente la gioia del percorso, senza lasciare che la tua mente vaghi troppo nel futuro.

In bocca al lupo per il tuo percorso di crescita!

Ora che ho smontato tutte le tue scuse, non ti resta che iniziare a crescere. Non aspettare a domani. Continua a leggere il mio blog per un po’ se vuoi. Ma la cosa migliore che puoi fare è smettere subito e cominciare il tuo percorso. Non sai come fare? La prima cosa che devi fare è motivarti. Scrivi su un foglio almeno 10 obiettivi che vorresti ottenere lavorando su di te. Trova la forza interiore per deciderti a migliorarti. Ti ricordo che investire su te stesso è il miglior regalo che ti possa fare. Inoltre, è l’unica cosa di cui hai davvero bisogno. Ciò che cerchi, infatti, è la pace, e se non sarai disposto a faticare almeno un po’ per raggiungerla, come pensi di poterla ottenere?

A questo punto, non posso fare altro che augurarti un meraviglioso percorso di crescita. Iscriviti alla newsletter per ricevere articoli che ti motiveranno e ti terranno motivato sul percorso.

Segui la nostra pagina Facebook per rimanere costantemente aggiornato!

https://www.facebook.com/leopazzola/

Una risposta a “Perché investire su te stesso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *