Come ottenere la guarigione integrale

Come ottenere la guarigione integrale

L’amore guarisce miracolosamente ogni male. La malattia è il risultato di una disconnessione spirituale. Di questo era convinto il medico britannico Edward Bach. E quando l’amore inizia a curare i tuoi mali in prima persona, ti accorgi di come ciò sia assolutamente vero. La sofferenza a qualsiasi livello è una mancanza di amore. Laddove non c’è amore è possibile ogni forma di distruzione. L’amore invece è un’energia riparativa, costruttiva, favorevole alla vita, guaritrice e curativa. Nulla è impossibile all’amore. Ci stupiamo che possano avvenire certi miracoli e certe guarigioni inspiegabili. E ci dividiamo tra coloro che credono per fede e coloro che negano a priori la possibilità del “soprannaturale”. Ma è così perché non abbiamo idea di che cosa sia in grado di fare l’amore. Ma come ottenere la guarigione integrale?

L’amore non ha limiti nel suo potere terapeutico. Può guarire a livello spirituale, mentale, emotivo e fisico. Ciascuno di noi può guarire se stesso se è in grado di riempirsi di amore. Ciò chiaramente può suscitare perplessità. Infatti tutti sono d’accordo che circondare una persona malata di affetto e di amore sia curativo, ma da qui a dire che l’amore può curare ogni male c’è un grande salto! Eppure mi sento di azzardarmi a fare un’affermazione del genere. Se non altro, ognuno può verificare su se stesso che l’amore permette di ottenere la guarigione integrale. Non c’è bisogno di credere che ciò sia vero. Crederci o non crederci non cambia la verità. Ognuno può accertare su di sé la verità, al di là di ogni dimostrazione scientifica o spiegazione logica.

Come ottenere la guarigione integrale

Ma innanzitutto che cosa si intende con guarigione integrale? La guarigione integrale può essere definita come una ricostituzione dell’integrità del proprio essere su tutti i livelli, da quello spirituale a quello mentale, emotivo e fisico. La salute è infatti la conseguenza dell’allineamento spirituale. Essere votato all’Amore e pieno di Esso restituisce l’integrità a un essere umano. Il fatto che la malattia venga considerata naturale e inevitabile è una credenza dovuta all’abitudine. Per di più, diamo al mondo e a fattori esterni il potere di farci ammalare. Siamo convinti che esistano sostanze cancerogene, virus letali, tossine pericolose. E tale credenza deriva dalla convinzione di base di essere schiavi del mondo, dipendenti da un “caso” atroce che decide che cosa ci succederà domani, se ci ammaleremo, se verremo licenziati, se saremo lasciati dal partner…

Insomma, diamo al mondo il potere di decidere per noi. Alieniamo così ogni responsabilità e potere. Siamo degli idolatri che venerano il mondo, credendolo un dio capace di farci qualsiasi cosa. In tal modo, diventiamo delle vittime senza alcun controllo della nostra vita, che è in balia di forze esterne minacciose. Quindi non abbiamo alcuna responsabilità nemmeno sulla nostra salute, come non ce l’abbiamo sulla nostra sicurezza, la nostra vita, le nostre scelte. Se non siamo responsabili della nostra salute, evidentemente possiamo ammalarci quando c’è un virus e dobbiamo avere paura di essere contagiati. E facciamo bene ad avere paura, perché la nostra schiavitù e il nostro vittimismo rendono il mondo un posto minaccioso, nel quale si è continuamente esposti a pericoli.

Assumersi la responsabilità totale della propria vita

Quindi, per ottenere la guarigione integrale dobbiamo innanzitutto smettere di idolatrare il mondo. Ciò implica che ci prendiamo la totale responsabilità della nostra vita, sia per la nostra salute che per il lavoro che per la famiglia e per il partner. Dobbiamo renderci conto che siamo noi la Coscienza che crea il mondo. Il mondo non ha volontà propria, e ciò che succede è determinato solamente dalla credenze individuali e collettive. Tali credenze si consolidano nel subconscio personale e planetario, creando una realtà corrispondente al loro contenuto. Ad esempio, il fatto che tutti crediamo alla legge di gravità, la rende reale. Che cosa succederebbe se tutti smettessero all’improvviso di credere alla legge di gravità?

Ovviamente si tratta di un’ipotesi piuttosto improbabile. Ma chi dice che la legge di gravità funziona anche se non è sostenuta dalla credenza di miliardi di persone? In ogni caso, le nostre credenze si trovano a un livello molto profondo, per cui non ne siamo spesso direttamente consapevoli. Ora non ci interessa tanto della legge di gravità o di dispute scientifiche o antiscientifiche. Piuttosto, è fondamentale fare un salto di paradigma per smettere di credere che il mondo abbia potere e noi siamo individui senza alcuna responsabilità. Fare tale salto di paradigma è difficile finché ci vediamo come esseri piccolissimi e limitati a un corpo, mortali e vulnerabili. Dobbiamo allora scoprire chi siamo veramente e recuperare la connessione con la nostra essenza di pura coscienza.

Assumersi la responsabilità della propria salute

Dopodiché, possiamo lavorare sullo specifico sulla nostra salute. Dobbiamo iniziare a vedere come siamo noi a creare i nostri sintomi, i nostri disagi, le malattie e il dolore per via della nostra disconnessione spirituale e in particolare per via del nostro vittimismo. Essendo delle vittime, abbiamo dato all’esterno il potere di farci del male. In questo modo i virus, le tossine, l’inquinamento, la plastica, il piombo, lo zucchero, i grassi possono farci ammalare. Non dobbiamo eliminare tanto le credenze specifiche, in quanto esse sono solamente proiezioni. In particolare, le convinzioni collettive riguardanti certe sostanze e fattori sono piuttosto solide e non avrebbe senso cercare di eliminarle dal nostro subconscio. Al limite possiamo lasciar andare delle credenze che abbiamo accumulato nel corso della nostra vita.

Per esempio, se riteniamo di essere allergici a qualcosa, possiamo lasciar andare tale convinzione per vedere che cosa succede (assumendoci la responsabilità di ciò che stiamo facendo). Ma la cosa più importante è lasciar andare la credenza di base che il mondo, ciò che succede e addirittura ciò che facciamo abbiano il potere di farci stare male o bene. Ciò vuol dire che dobbiamo smettere di credere che un virus di per sé possa farci ammalare o che una sostanza possa far venire il cancro o che l’inquinamento sia pericoloso. Dopotutto, queste sono credenze magiche, che diventano vere per via del potere che collettivamente (e individualmente) diamo loro. Infatti la scienza spiega come un virus faccia venire l’influenza, ma non perché.

Il potere di togliere la salute non è delle cose

E questo è davvero importante. Siamo infatti abituati a ragionare per cause ed effetti. E consideriamo che un virus sia la causa dell’influenza o un inquinante la causa di un tumore. Ma in realtà ciò che facciamo è semplicemente vedere una consequenzialità. Per chiarire la quesitone, facciamo un esempio più chiaro: il fatto che un insulto faccia arrabbiare 98 persone su 100 significa che un insulto provoca rabbia? Prima di fare una formulazione del genere, dovremmo riflettere un attimo! Possiamo capire facilmente come la rabbia non sia una proprietà dell’insulto. E allora perché la “tossicità” o la “cancerogenicità” siano proprietà delle cose? È facile capire che la rabbia è una risposta soggettiva a un fattore di per sé neutro e privo di potere. Il fatto che quasi tutte le persone reagiscano con rabbia a un insulto non è la prova del potere dell’insulto di provocare rabbia!

Allo stesso modo, il fatto che una sostanza sia tossica per il 99% delle persone non è una prova della sua tossicità! Infatti è l’organismo delle persone a rispondere con una reazione specifica. E da che cosa dipende questa reazione? La scienza direbbe dai geni o da predisposizioni di vario tipo. Ma questi geni da che cosa sono influenzati? La scienza direbbe che sono ereditati di generazione in generazione… In verità, ciò che “ereditiamo” è la mentalità di schiavi, il vittimismo e il sistema dell’ego, con tutte le sue credenze depositate nel subconscio collettivo. Alcuni definirebbero tutto ciò come “karma”. In ogni caso, ciò che è importante comprendere è come sia la nostra coscienza a dare potere al mondo. Non dobbiamo cercare giustificazioni a favore o contro tale idea, ma solamente agire come se ciò fosse vero. In tal modo, potremmo sorprenderci di ciò che succederà

L’ostacolo a ottenere la guarigione integrale: viviamo in un mondo alla rovescia

Il fatto che anche solo sostenere una cosa del genere appaia folle o insensato deriva dal fatto che viviamo in un mondo alla rovescia. In breve, tutto il nostro potere è stato alienato all’esterno. Quindi le leggi che reggono l’Universo appaiono completamente invertite. Ad esempio, sembra che sia il mondo a mandarci le disgrazie, mentre per la legge di attrazione siamo noi ad attrarre tanto gli eventi buoni quanto quelli cattivi. Sembra che ci siano padroni all’esterno, nemici e catene fuori di noi, mentre siamo schiavi dentro e non facciamo che proiettare il nostro vittimismo. Sembra che il mondo abbia un potere illimitato su di noi, mentre l’unico potere appartiene a noi, perché siamo noi la Coscienza e la Luce del mondo!

Quindi assumersi la responsabilità della propria vita e salute significa rovesciare nuovamente tutto! Il lavaggio del cervello che ci è stato fatto e ci viene fatto tuttora in continuazione è un enorme ostacolo a fare ciò: le notizie del telegiornale parlano di un mondo esterno pericoloso, la scienza parla di leggi inderogabili, la medicina ci invita a preoccuparci su che cosa mangiare e fare per vivere almeno ottant’anni senza troppi problemi… A ben vedere, l’assurdità sta proprio nel mondo in cui crediamo! Siamo come dei bambini che credono nella magia del caso, della fortuna, del mondo esterno pieno di pericoli e imprevisti. Il fatto è che siamo addormentati nel nostro stesso sogno e così lo crediamo reale, mentre noi crediamo di essere dei piccoli corpi senza alcun potere e vittime di un mondo gigante, mentre i giganti siamo noi e il mondo è dentro di noi!

Ottenere la guarigione integrale non solo è possibile, ma è normale

Ci sembra dunque che anche solo parlare di guarigione integrale sia roba insensata, “antiscientifica”, di magia. E non ci rendiamo conto che noi stessi siamo vittima della nostra magia e abbiamo credenze magiche così consolidate da chiamarle “scienza” e “mondo esterno”. Diamo a un farmaco il potere di guarirci, e in tal modo tale farmaco assume davvero il potere che gli attribuiamo. E diamo a una tossina il potere di avvelenarci, e così tale tossina ci può distruggere per via del potere che gli abbiamo dato. Il fatto che tali credenze siano consolidate a livello collettivo fa sì che sia davvero difficile rimuoverle da soli. In ogni caso, accade che nel nostro mondo alla rovescia consideriamo normale il miracoloso e miracoloso il normale.

Il fatto che il mondo esterno abbia potere su di noi è in realtà un miracolo, poiché come può una proiezione della nostra coscienza fare qualcosa? Al contrario, assumerci la responsabilità della nostra vita e della nostra salute e di ottenere la guarigione integrale appare miracoloso, mentre in realtà è assolutamente normale e scontato se riconosciamo di essere noi la Coscienza che guida il mondo. Ciò che è soprannaturale è ciò che vediamo tutti i giorni, mentre i miracoli che neghiamo a tutti i costi (o che al contrario crediamo come se fossero eventualità straordinarie) dovrebbero essere la normalità. E in questo senso ottenere la propria guarigione integrale non sarebbe una “diceria per spillare soldi alla gente” o una “credenza antiscientifica di menti deboli e corrotte”.

Più smetti di dipendere dal mondo, più ritorni integro e guarisci te stesso

Più smettiamo di dipendere dal mondo e più recuperiamo i nostri poteri e la nostra responsabilità di Coscienza, più possiamo guarire noi stessi e recuperare l’integrità a ogni livello. Non devi credere che ciò sia vero: devi solamente sperimentarlo su di te. Per ottenere la guarigione integrale non devi quindi fare altro che riconoscere che il mondo è dentro di te e sei tu la Coscienza che ha il potere e la responsabilità! Oggi pochissime persone hanno il coraggio di intraprendere un lavoro del genere. Un tempo tali conoscenze erano riservate solo agli alchimisti e a scuole esoteriche. Oggi possiamo usufruire molto più facilmente di tali conoscenze per risvegliarci, ma nonostante tutto siamo restii a crederle vere o anche solo a prenderle in considerazione.

Infatti nel nostro subconscio ci sono enormi blocchi e resistenze creati dal nostro ego per rimanere vivo. L’ego ovviamente ha tutto da guadagnarci dal vittimismo, dall’autocommiserazione, dal credere che il mondo abbia un enorme potere su di noi. Ma noi possiamo beneficiare soltanto dell’invertire il paradigma dell’ego. In tal modo potremo tornare integri e ottenere la guarigione integrale. E potremo smettere magari di dare a un virus il potere di devastarci completamente… Non è assurdo che un virus invisibile abbia il potere di alterare permanentemente un’intera civiltà? Come possiamo credere che sia normale farci sconvolgere da un’entità priva praticamente di vita? E ti lascio con queste domande provocatorie…

Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato!