Come diventare pura consapevolezza

Come diventare pura consapevolezza

Ogni pensiero, sensazione e percezione è fatto solo di consapevolezza, che è la sua natura ed essenza. Tuttavia è in grado di assumere una forma particolare e specifica, come una nuvola è fatta solo di vapore acqueo eppure può assumere praticamente qualunque forma. La forma che assume è tuttavia illusoria e in sostanza è sempre consapevolezza, che è l’unica cosa che esiste. Non rimanere ipnotizzato dai contenuti della tua esperienza, ovvero dalle forme mentali, ma riconosci che al di là dell’illusione della forma specifica che essi assumono, c’è solo consapevolezza, che è pace, felicità e sicurezza. Dunque affidati solamente alla consapevolezza e resta come pura consapevolezza, lasciando che tutto (ogni pensiero, sensazione e percezione) si dissolva in essa, mentre tu affondi nella sua infinita pace e ti elevi al di sopra della mente. Ecco come diventare pura consapevolezza.

Come diventare pura consapevolezza

Per diventare pura consapevolezza, ovvero per tornare alla tua vera natura, devi spostare la tua attenzione dai contenuti dell’esperienza all’osservatore. Devi dare meno importanza alle forme mentali, alle storie nella tua mente e dare più importanza all’essere. In fondo non c’è nulla fuori dall’Essere. Sembra che ci sia qualcosa al di fuori di esso. Ma tutte le forme non sono che illusioni che appaiono nel campo della consapevolezza. Quando guardi le nuvole in cielo, puoi divertirti a vedere qualunque forma e anche a credere che la forma sia la realtà delle nuvole. Ma se stai bene attento, puoi riconoscere facilmente che tutte le nuvole sono fatte di un’unica sostanza: vapore acqueo.

Allo stesso modo, tutti i pensieri e i contenuti della tua esperienza sono tali solo finché tu dai valore alla forma invece che alla sostanza. Il fatto di dare importanza più alla forma che alla sostanza porta a sofferenza. Per smettere di soffrire devi dunque abituarti a riconoscere che al di là della forma che assume, un pensiero è sempre un pensiero. Un pensiero può dirti che non vali a nulla, che sei un fallito, che non sei degno di amore. Eppure si tratta semplicemente di un pensiero, una forma che nasce e muore nel campo di una consapevolezza sempre presente e invulnerabile al contenuto del pensiero. Perché farti influenzare da ciò che è transeunte, temporaneo e limitato? Ha senso rimanere ipnotizzato dalle onde del mare quando hai tutto l’oceano a disposizione?

La pace è sempre dentro di te

La pace dell’oceano è sempre dentro di te: devi solo smettere di guardare alle onde come se fossero l’unica realtà e sprofondare nel silenzio del mare. Devi ripeterti più e più volte che la consapevolezza è l’unica cosa che hai, l’unica cosa davvero importante. Non puoi perderla per occuparti di qualcosa che è destinato a finire. In primis non puoi perderla per un corpo che morirà nel giro di una manciata di anni. Riconosci come il tuo corpo è solamente un’altra forma che appare nel campo della tua consapevolezza, e così la mente. Affonda nella quiete della tua coscienza. Non c’è tesoro più prezioso della sua pace. E quella pace coincide con la tua essenza. Tu sei la pace e la felicità che cerchi.

Anziché cercare la felicità nel tempo e nello spazio, affonda nella profondità del tuo essere fuori dal tempo e lì troverai la felicità. Non c’è bisogno da cercarla, perché non è da nessuna parte ma allo stesso tempo è dappertutto. Non è in nessun tempo, eppure è in ogni tempo. La pace è sempre nel qui e ora, accessibile in ogni momento. Durante il giorno, rimani come pura consapevolezza, come “Io sono” e questo sarà sufficiente per trasformare in breve la tua vita in modo radicale. Anziché focalizzarti sull’esperienza, focalizzati su chi fa esperienza. Ricordati di te il più spesso possibile, rimanendo presente ogni volta che puoi, mentre fai le cose e quando sei a riposo. Non razionalizzare, non cercare la consapevolezza come se fosse un concetto o un altro contenuto nella mente. Dimora semplicemente nella pura consapevolezza.

La pura consapevolezza è tutto ciò di cui hai bisogno

Tu sei la pura consapevolezza. Ed essa è l’unica cosa di cui hai bisogno, poiché è l’unica cosa che, apparentemente, hai perso. In realtà non hai perso nulla, poiché la coscienza è sempre lì, eterna e infinita. Semplicemente, l’hai trascurata, facendoti assorbire dall’esperienza e dimenticando te stesso in essa. Così, sei rimasto apparentemente intrappolato. In realtà, puoi tornare a te stesso quando vuoi, se solo hai il coraggio e l’apertura mentale giuste. Smetti di credere a qualunque cosa: non c’è nessuna convinzione alla quale aggrapparsi. Anzi, ogni convinzione è un ostacolo, poiché è l’ennesima forma mentale che si frappone fra te e la pura consapevolezza.

Lascia andare le tue credenze, ripulisci la tua coscienza dai condizionamenti. Nessuno e nessuna cosa al mondo può aiutarti: solo tu hai il diritto e il dovere di rientrare in te stesso. Smetti di pensare, di avere dubbi e torna nella pura consapevolezza. Dopotutto, è così semplice… Il fatto è che riusciamo a complicare tutto! E allora semplifica la tua vita il più possibile e fai in modo che non ci sia alcun ostacolo fra te e te stesso, fra te e la pura consapevolezza che sei.

Grazie per la lettura! Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato.