Come liberare il tuo massimo potenziale

Come liberare il tuo massimo potenziale

Hai presente quella sensazione che provi quando svolgi una determinata attività, ma ti sembra di non poter dare il tuo meglio o di avere determinati blocchi che ti impediscono di concentrarti? Personalmente, mi è capitato troppe volte di sentire dentro di me enormi potenzialità, ma di non riuscire a farle emergere. In questo articolo ti darò dei consigli pratici su come liberare il tuo massimo potenziale, sotto tutti i punti di vista. Sbloccare le tue risorse è fondamentale per aumentare le tue abilità di lavorare su di te e per ottenere il meglio dalla vita, raggiungendo tutti i tuoi obiettivi e realizzando i tuoi sogni. Come puoi liberare il tuo massimo potenziale nella pratica?

Decidi innanzitutto che cos’è per te il tuo massimo potenziale

La prima cosa che dobbiamo chiarire prima di entrare nel merito dell’argomento è che cosa si intende per potenziale. Mi servirò della definizione della Treccani online:

Potenziale = “Nel linguaggio com., che ha aspetto, qualità, possibilità, e sim., che non si sono ancora manifestate o realizzate […]”.

Innanzitutto, dunque, il potenziale è un insieme di risorse che già possiedi. Non si tratta di qualcosa che devi acquisire o conquistare. Ciò che devi fare, piuttosto, è liberarlo. Quindi, il tuo compito consiste nell’eliminare le inibizioni che ti impediscono di mettere in campo tutte le tue capacità. Il tuo lavoro è, in sintesi, un processo di rimozione degli ostacoli. Il primo passo è, a questo punto, individuare che cosa ti blocca e ti impedisce di esprimerti al meglio. In alcuni casi è facile evidenziare il problema. Se sei una persona timida, la tua timidezza ti impedirà di parlare al meglio di fronte ad un gruppo di persone, o di esprimere i tuoi sentimenti. Se hai problemi di concentrazione, potresti commettere errori che ti portano via tempo o che mettono a rischio la tua stessa vita o quella degli altri.

Tu non usi il tuo massimo potenziale

Ma anche se non hai particolari problemi o difficoltà, sono comunque convinto che tu non usi il tuo massimo potenziale. Molto semplicemente, non immagini neanche quante risorse abbia e quanto potenti siano. Avere poche aspettative circa le proprie capacità è già una prima barriera al tuo sviluppo. Se infatti sei convinto che il tuo massimo potenziale sia limitato ad un piccolo insieme di possibilità, ciò ti impedirà di sviluppare la forza interiore necessaria per sbloccarlo. In ogni caso, se non è vero che usiamo solo il 10% del nostro cervello, mi azzarderei però a sostenere che utilizziamo solo il 10% delle nostre risorse.

Infatti, la verità è che la nostra stessa mente è impegnata a bloccare il nostro potenziale piuttosto che a permetterci di esprimerlo. Ciò dipende essenzialmente dal nostro set di credenze che agiscono da vere e proprie barriere che impediscono alla nostra energia di fluire all’esterno. Qualunque siano i tuoi obiettivi, gran parte dei tuoi sforzi sono influenzati negativamente da paure, false convinzioni, dubbi. Durante una competizione, ad esempio, potresti percepire elevati livelli di ansia che compromettono la tua prestazione. Se devi sostenere un esame, potresti dubitare delle tue capacità ed entrare in uno stato di stress che dimezzerà il tuo risultato finale.

La mente lotta contro di te

I due esempi riportati sopra mettono in evidenza una verità sconcertante: la mente lotta contro di te. Ok, sto un po’ esagerando: la mente può essere una tua alleata formidabile. Ma, per l’appunto, dipende da te essere in grado di utilizzare questo fantastico strumento senza esserne schiacciato e senza abusarne o esserne abusato. Finché non imparerai a gestire le potenzialità della tua mente, sarà essa a dominare e a farla da padrona.

E addirittura agirà da freno e da ostacolo, invece che da fedele servitrice dei tuoi intenti. Il problema di noi umani è che siamo dotati di mezzi e risorse da capogiro, ma non abbiamo idea di come usarli, o li diamo persino per scontati. La mente, in poche parole, è un’arma a doppio taglio. Se non sai come usarla (e questo è il problema della maggior parte delle persone), essa lotterà contro di te. Se impari a gestirla, wow: il tuo potenziale potrebbe liberarsi lasciandoti a bocca aperta!

Scegli ciò che vuoi sviluppare

A questo punto, dato che le tue potenzialità sono davvero infinite, devi selezionare alcune risorse che intendi sviluppare o semplicemente liberare. Il processo di liberare il tuo massimo potenziale, infatti, dipende dai tuoi obiettivi. Ciò che farò in questo articolo è darti delle indicazioni di massima su come sbloccare le tue risorse in generale, ma tu potrai adattare i miei consigli in base alle tue intenzioni in particolari ambiti. In ogni caso, i miei suggerimenti sono validi per superare i tuoi blocchi indipendentemente dai tuoi obiettivi particolari. Ciò che ti voglio suggerire, infatti, non è limitato ad una particolare area dell’esistenza, ma è trasversale a tutti i suoi campi.

Infatti ciò che blocca la maggior parte delle persone è all’incirca lo stesso insieme di fattori, ma ciascun impedimento può presentarsi in maniera più o meno forte o decisiva. Per questo devi assolutamente ricercare quali sono gli ostacoli maggiori alla tua crescita e annotarli chiaramente in modo da essere pienamente consapevole di ciò su cui vuoi intervenire. Chiaramente, poi, “come liberare il tuo massimo potenziale” è una materia vastissima che richiederebbe interi volumi per essere approfondita. In ogni caso, quella che segue è, secondo me, la ricetta vincente. Si tratta di informazioni preziose che ti sto donando gratuitamente, per cui approfittane in modo da sfruttale al meglio!

La ricetta per liberare il tuo massimo potenziale: il mio tutorial

Dato che il campo è vastissimo, ho pensato a semplificare la mia soluzione in una ricetta semplice e facilmente consultabile. Voglio davvero che tu liberi il tuo massimo potenziale, per cui intendo trasformare i miei consigli in un tutorial completo ed efficace. Voglio assicurarmi che tu capisca tutto e possa mettere in pratica le indicazioni in modo rapido, “step by step”. La puoi scaricare gratuitamente da qui. Si tratta di un regalo prezioso. Non perdertela perché potrebbe davvero cambiarti la vita.

La guida parla di come sviluppare il tuo potenziale fisico, mentale e spirituale in modo da raggiungere risultati straordinari in qualsiasi campo. Ti invito a sfruttarne i contenuti al meglio e di rileggerla più volte. Ma la cosa più importante è applicare le istruzioni. Potrebbero davvero migliorarti la vita radicalmente!

Alcuni consigli su come liberare il tuo massimo potenziale

Chiaramente nel frattempo non ti voglio lasciare completamente a bocca asciutta. Ti voglio fornire delle indicazioni di massima grazie alle quali puoi iniziare da subito a lavorare per liberare il tuo massimo potenziale. Infatti desidero che tu inizi subito, prendendoti ORA l’impegno con te stesso. Non è un appuntamento che puoi rimandare a un altro giorno: se inizierai subito il percorso potrai davvero ottenere enormi risultati in poco tempo. Vediamo allora alcuni consigli su come liberare il tuo massimo potenziale.

Tre suggerimenti fondamentali:

  • Medita: è il classico consiglio che non può mancare se sei intenzionato a migliorarti. Se non l’hai già fatto, inizia subito una pratica di meditazione. Parti da dieci minuti al giorno. Siediti comodamente con la schiena dritta e inizia a contare i tuoi respiri da uno a dieci (uno quando inspiri, due quando espiri, tre quando inspiri e così via fino a dieci). Dopodiché ricomincia da capo. Quando ti distrai, riporta gentilmente l’attenzione sul respiro.
  • Dormi bene: la qualità del tuo sonno è fondamentale per liberare il tuo massimo potenziale. L’energia fisica è indispensabile per la concentrazione, il buonumore e per aumentare la tua percezione di felicità. Correggere la tua routine ti permetterà di godere di un sonno migliore e più riposante. Per dormire bene hai bisogno di allontanare lo stress.
  • Aumenta la tua consapevolezza durante il giorno: bada alle piccole cose e non farti assorbire troppe volte dai pensieri. Togli il pilota automatico e diventa consapevole di ciò che normalmente fai spontaneamente e senza prestare attenzione. Ricorda che troppi pensieri ti portano via energia e ti rendono infelice.

Il fattore determinante è il rapporto con la mente

In ogni caso, se vuoi un consiglio rapido ed efficace, ti dico una cosa: il cuore del problema è il tuo rapporto con la mente. Qualunque cosa tu faccia, la prima cosa che devi imparare se vuoi sapere come liberare il tuo massimo potenziale è usare quel cervello come si deve. La meditazione contribuirà a questo scopo, ma il fattore determinante è instaurare un nuovo paradigma. Devi smettere, in breve, di credere a tutto ciò che ti dice la mente, ad essere schiavo dei tuoi pensieri e delle tue emozioni. Se vuoi liberare il tuo massimo potenziale, rendi la mente tua amica, altrimenti i suoi condizionamenti saranno tali che la maggior parte dei tuoi sforzi sarà inutile. La mente è troppo forte: non puoi sconfiggerla improvvisamente. Quindi dovrai “allearti” in modo da sviluppare un rapporto maturo con essa.

In conclusione: come liberare il tuo massimo potenziale

Liberare il tuo massimo potenziale è possibile. Nella mia guida Vorrei concludere con una citazione di Napoleon Hill, autore del bestseller “Pensa e arricchisci te stesso“:

8. “Non ci sono limiti per la nostra mente se non quelli che ci imponiamo da soli.” – Napoleon Hill

Grazie per aver letto l’articolo e iscriviti alla newsletter per ricevere gli ultimi articoli da Il Sentiero della Realizzazione!

Seguimi su Facebook per rimanere costantemente aggiornato!