Come aumentare il tuo livello di coscienza

Come aumentare il tuo livello di coscienza

Come aumentare il tuo livello di coscienza? Il tuo livello di coscienza determina la tua realtà. In base ad esso, percepisci te stesso, gli altri e il mondo in maniera completamente diversa. Per questo se vuoi migliorare la tua situazione, la cosa più sensata è occuparti di elevare la tua frequenza, invece che cercare di controllare la realtà. Ma com’è che il tuo livello di coscienza influisce sul tuo modo di vivere nel mondo? Essenzialmente, a ogni livello corrisponde una minore o maggiore sintonia con la Vita. Più precisamente, il tuo livello di coscienza esprime il grado con cui l’energia scorre dentro di te incontrando resistenze più o meno forti. Dunque, un basso livello di coscienza implica la presenza di veri e propri blocchi energetici, per cui l’energia vibra a frequenze più basse.

Al contrario, un alto livello di coscienza corrisponde a un minore grado di resistenze, con la possibilità per l’energia di fluire senza sforzo, regalandoti un livello via via maggiore di pace, vitalità e gioia. In base a questo modello, è evidente che se vuoi aumentare il tuo livello di coscienza, devi permettere alla vita di scorrere liberamente ed eliminare le resistenze che impediscono alla luce di manifestarsi nella sua piena luminosità. In questo articolo voglio proporti delle soluzioni pratiche per elevare la tua frequenza. Ma voglio prima spiegarti come il tuo livello di coscienza è così importante per determinare l’intera tua esistenza e proporti due piccoli test per scoprire quanto sei “evoluto” spiritualmente. Buona lettura!

Perché il tuo livello di coscienza è così importante e come riconoscerlo

Perché il tuo livello di coscienza è così importante? Come accennavamo poc’anzi, il tuo livello di coscienza determina la tua realtà. Che cosa vuol dire precisamente? Significa che in base al tuo livello di coscienza, hai determinati pensieri, emozioni, atteggiamenti, credenze e obiettivi, valori e comportamenti. In particolare, più il tuo livello è basso, più sei preoccupato per la soddisfazione dei bisogni elementari e sei assorbito dalle questioni materiali. Ma non credere che ciò sia un male o un segnale di “inferiorità”. Semplicemente, ciascuna Anima si evolve secondo un percorso, ma ciò non intacca la sua perfezione originaria né la influenza per sempre.

Al contrario, più la tua coscienza “sale” di livello, più sei distaccato dalla materialità e più tendi alla spiritualità e alla ricerca della Verità è più sei spinto da un “afflato” mistico e contemplativo. Una semplice misura della differenza tra un livello di coscienza inferiore e uno superiore è il diverso grado di attaccamento, ovvero il grado di identificazione con la forma e di inconsapevolezza, e quindi la tendenza a perdersi più o meno intensamente nelle faccende del mondo e la più o meno forte connessione con la propria essenza rispetto all’influenza degli “involucri” del corpo, della mente e delle emozioni. C’è da aggiungere che il tuo livello di coscienza originario non dipende da te, ma è tuo compito e responsabilità elevarlo.

Un “test” per misurare il tuo livello di coscienza

A questo punto, se vuoi elevare il tuo livello di coscienza, devi prima avere un’idea del tuo punto di partenza. Nel mio articolo sulle dinamiche a spirale ti ho parlato di un modello piuttosto preciso per individuare il tuo grado di evoluzione. Ora però vorrei proporti una specie di breve “test” per aiutarti a individuare approssimativamente il tuo livello di coscienza, in base ad alcune semplici domande. Tu dovrai rispondere con un voto da 0 a 10. Più è basso il tuo punteggio, più il tuo livello di coscienza è alto. Per ogni domanda, tieni conto del punteggio e sommalo a quelle successive.

Le domande sono dieci, per cui un punteggio di 100 vuol dire totale identificazione con la materia, un punteggio di 0 corrisponde allo stato pienamente illuminato, alla coscienza cristica o buddhica, mentre 50 significa che stai passando dall’attaccamento al distacco. Meno di 50 significa che stai iniziando seriamente ad evolverti! Sii onesto con te stesso: non c’è nessuno da imbrogliare!

Il test

Un “test speculare” per fornirti maggiore affidabilità

Dato che un solo test potrebbe essere considerato inaffidabile, te ne propongo un altro speculare. Vale a dire, le domande sono poste al contrario e quanto più otterrai un punteggio alto, tanto più esso corrisponde e a un livello elevato di coscienza. Questa volta dunque un punteggio di 0 corrisponde alla totale identificazione con la forma, mentre 100 è lo stato di risveglio. Per essere corretti, i risultati del test devono essere opposti, per cui se sommi il risultato di questo test al risultato del precedente, dovresti ottenere come totale 100 (ma non preoccuparti se non c’è perfetta corrispondenza!). Questo test è quindi una controprova del precedente, ma fallo soltanto se vuoi una conferma!

Il test “speculare”

  • Durante il giorno, quanto la mia mente è libera da preoccupazioni e problemi e tende a immaginare un futuro sereno, luminoso e armonioso?
  • Quando mi capita un imprevisto, quanto mantengo la calma e vedo la situazione con distacco, senza esserne assorbito?
  • Quando vengo criticato, biasimato o insultato, quanto facilmente la critica o il rimprovero mi passano attraverso senza ferirmi?
  • In mezzo a una crisi (lavorativa, di coppia) e a problemi di vario genere, quanto conservo la centratura e, se la perdo, quanto brevemente la recupero?
  • Quanto facilmente perdono qualcuno che commette un torto nei miei confronti?
  • Fino a che punto non mi importa avere ragione in una discussione e quanto invece riesco a disidentificarmi dal mio punto di vista?
  • Quanto amo il mondo e mi appare tutto perfetto e meraviglioso?
  • Quanto ho fiducia nella vita in generale e quanto godo le mie attività senza preoccuparmi del risultato e senza attaccarmi ai frutti delle mie azioni?
  • Fino a che livello la mia felicità è da me percepita come uno stato interiore indistruttibile e indipendente da qualunque cosa succeda?
  • Quanto spesso mi trovo in uno stato sereno, di leggerezza, entusiasmo, gioia o accettazione e quanta pace, amore, compassione e gratitudine sperimento durante il giorno?

Come aumentare il tuo livello di coscienza?

A questo punto, vorrai sapere come puoi raggiungere un punteggio perfetto nei due test precedenti (0 nel primo, cioè totale assenza di negatività e attaccamenti e 100 nel secondo, cioè piena armonia e sintonia con la vita senza attaccamenti). In altre parole, vuoi sapere come aumentare il tuo livello di coscienza e vuoi delle soluzioni pratiche in questa direzione. Bene: non ti farò aspettare ulteriormente e cercherò di rispondere alla tua richiesta. Ti avviso già che non esiste una soluzione univoca per evolverti spiritualmente. Non esiste cioè un percorso identico per tutti, con le stesse pratiche, gli stessi esercizi spirituali, le stesse meditazioni, gli stessi atteggiamenti. C’è però un filo comune che lega ciascun cammino e che è, in ultima analisi, lo scopo stesso della spiritualità.

Il fine del lavoro su di sé è quello di disidentificarsi dalla forma e “staccarsi” dalla dipendenza dalla materia per elevarsi alla propria vera natura di consapevolezza pura e indistruttibile. Quindi, in fin dei conti, rispondere alla domanda “come elevare il tuo livello di coscienza” significa dire qual è il percorso migliore per te per “risvegliarti” al tuo vero Sé, oltre il sogno della vita e l’illusione del mondo. A questo punto posso darti delle indicazioni di massima su come aumentare il tuo livello di coscienza, augurandoti di poterle sfruttare al meglio per il tuo percorso di crescita, per il quale ti ricordo che tu sei l’unica guida di te stesso!

Come aumentare il tuo livello di coscienza in modo semplice a partire da oggi

Come aumentare dunque il tuo livello di coscienza in modo semplice a partire da oggi? C’è un consiglio validissimo che ti posso dare. Ed è questo: da oggi inizia a vivere la tua vita come se fossi un semplice spettatore di un film. Che cosa vuol dire questo? Vuol dire che non devi perderti nella trama, ovvero nel flusso di emozioni, pensieri e problemi. Se ti perdi, ricordati che sei lo spettatore e cioè: ricordati di te, del tuo essere pura consapevolezza, puro vedere, puro osservare. Ricordati che nulla può intaccare il tuo Essere, poiché la tua essenza è immortale, invulnerabile, serena. Qualunque cosa lo schermo del cinema proietti, tu sei al sicuro e nessuno può farti del male. Non attaccarti alle forme proiettate là fuori, anche perché non ne hai alcun bisogno, poiché la tua pace è molto più profonda e stabile.

Vivi pienamente la vita, ma senza attaccarti a nessuno, al risultato delle tue azioni, a nulla che non sia quella sottile sensazione di esistere, quel senso di vitalità autocosciente. Riconosci che tutto è temporaneo fuorché il tuo Essere, per cui attaccandoti alle cose, come insegna il Buddha, non farai altro che soffrire. Ricordati che in ultima analisi sei soltanto il sognatore di questo meraviglioso sogno chiamato vita, per cui non dovrai mai credere alle illusioni che sogni. Quindi, non credere ai tuoi pensieri, non dare valore alle tue emozioni negative, rimani semplicemente presente. Questa è la chiave del risveglio: vivere con la consapevolezza che tutto è soltanto un sogno.

Come aumentare il tuo livello di coscienza vivendo dentro il sogno

Più vivrai in questo modo, più il tuo livello di coscienza aumenterà, poiché vivrai in armonia con la vita, dato che tutto ciò che capita fuori e dentro di te è soltanto un’illusione dopotutto nemmeno troppo interessante, della quale dovrai però riconoscere la meraviglia e la perfezione. Se tutto è semplicemente una proiezione cinematografica o “onirica”, tu devi semplicemente limitarti a goderti il sogno aspettando pazientemente il risveglio. Attento, però: aspettare non significa vivere nel futuro, poiché anche il tempo è un’illusione, ma nutrire fede nel fatto che la grazia divina scenderà appena sarai pronto. Prepararsi vuol dire spianare la strada alla benedizione.

E come si spiana la strada all’energia divina, fonte di pace, amore e beatitudine ineffabili? Aprendo il cuore, e cioè vivendo il sogno appieno, rimanendo pienamente nel qui e ora e accettando questo momento con tutto il tuo Essere. Puoi aiutarti con la meditazione per creare una distanza dai tuoi pensieri e dalle tue emozioni. Devi sforzarti di non giudicare e cercare di non lamentarti e abbandonare le tue resistenze, che sono dei blocchi al fluire naturale dell’energia. Devi cercare, in breve, di vivere il più possibile in armonia con la vita, rinunciando via via al tuo ego, il quale agisce da ostacolo e impedisce alla tua coscienza di elevarsi. Puoi indagare la natura del tuo Io per riscoprire la tua vera essenza. Ma il tuo principale scopo è dire sempre sì all’esistenza.

Grazie per la lettura! Ti invito a iscriverti alla newsletter e a seguirmi su Facebook per rimanere aggiornato sui contenuti del Sentiero della Realizzazione. Dimmi i risultati che hai ottenuto nei test sul livello di coscienza!