Il succo velenoso dell’ego

Il succo velenoso dell’ego

Il succo velenoso dell’ego rappresenta una tentazione fortissima per chi lavora su di sé. Essa causa una sofferenza che aumenta tanto più quanto più dai energia alla mente alimentandola con pensieri compulsivi legati ad un’emozione di rabbia, sconforto, depressione, odio e così via. Ma se farsi assorbire da questa rete di negatività è così miserevole, perché tendiamo comunque a cedere in essa, preferendo la sofferenza alla pace? Perché scegliamo di arrenderci alla carica distruttiva del nostro ego piuttosto che all’armonia immacolata della consapevolezza? È molto semplice: c’è una profonda dipendenza del nostro Sé rispetto a quegli schemi dolorosi.

La dipendenza dall’ego e il succo velenoso

Su che cosa si basa questa dipendenza? Si basa su un contratto diabolico e infernale: noi perdiamo la nostra consapevolezza lucida, armoniosa e traboccante di pace in cambio di un piacere malsano, un “succo” dolce e amaro, seducente e velenoso. Ogni volta che ti arrabbi, ti lamenti o ti fai avvolgere dalla negatività, stai preferendo questo succo al nettare divino della tua stessa Presenza.

Ma perché preferisci questo succo? Perché la mente ti convince che sia la cosa migliore da fare, e tu scambi il bene del tuo ego, e cioè la sua sopravvivenza, con il tuo bene, e pensi che sia giusto lamentarti, arrabbiarti, non perdonare. E la mente ti proporrà infinite giustificazioni, razionalizzazioni e pretesti pur di ottenere l’energia della Fonte, sottraendola a te per perpetuare se stessa.

La negatività è un capriccio della mente

Quindi, ogni forma di negatività è un capriccio, con cui la mente fa di tutto per possederti e ingannarti. Se tu scambi quel capriccio per un tuo capriccio o addirittura per un tuo bene, se tu accetti quel succo agrodolce e scambi il piacere dell’ego per il tuo piacere, la mente acquisisce potere, e si trasforma in un “mostro”. Ogni volta che dai energia alla mente, la togli alla consapevolezza, e dunque la sottrai a te stesso.

Più stai nella mente, più la alimenti con la tua stessa energia, e perdi la pace, l’amore e la gioia. In cambio di cosa? In cambio di un piacere illusorio e temporaneo, infinitamente insignificante rispetto alla felicità senza fondo del tuo Essere. Dopodiché, l’abitudine e la meccanicità rafforzano gli schemi mentali ed emotivi e sfuggirne diventa sempre più difficile.

Come sfuggire alla negatività?

Come puoi sfuggire alla negatività? Devi diventare l’osservatore di quegli schemi, ascoltando la voce nella tua testa ogni volta che puoi (come suggerisce Eckhart Tolle ne “Il potere di adesso”), e quando si ripresentano devi fare uno sforzo per sottrartene. Non è uno sforzo da poco, poiché il vecchio desiderio di farti assorbire dal negativo è inizialmente troppo forte per essere superato, e anche solo ricordarsi di rimanere presente è difficile.

Ma se sei davvero intenzionato a spezzare il vincolo che ti tiene incatenato alla mente, puoi farcela. Dipende soltanto da te: tu sei molto più forte del tuo ego, che è soltanto un ammasso di energia indirizzato nella parte sbagliata. Ogni volta che rimani presente, allenti la catena che ti tiene legato, e recuperi un po’ di energia: in questo modo, gli schemi dell’ego diventano sempre meno forti e rimanere presente risulterà via via più facile e richiederà sempre meno sforzo. Ma non abbassare mai la vigilanza: la mente ha un’incredibile inerzia e continuerà ad esercitare il suo potere.


Scegli il succo velenoso dell’ego o il nettare divino?

Quindi, che cosa preferisci? Il falso piacere del succo velenoso dell’ego oppure la vera pace del tuo Essere? Non ci sono alternative e non puoi scegliere l’uno e l’altra. Ora potresti convincerti che rinuncerai a quel succo ogni volta che potrai, ma ricordati che è nel momento in cui la negatività si sviluppa dentro di te che devi fare lo sforzo di rinunciare alla tentazione allettante della mente, e non prima né dopo. Questa è la parte più difficile del lavoro su di sé. Ma tu sei un guerriero spirituale, e lotterai ardentemente e coraggiosamente per eliminare la negatività dal tuo cuore e riunirti al tuo Essere.

Grazie per aver letto questo articolo! Iscriviti alla newsletter e seguimi su Facebook per rimanere aggiornato sui contenuti del Sentiero della Realizzazione!